Torna in Valle Seriana, venerdì 15 dicembre, dopo la serata in concerto dello scorso 16 novembre, andata in scena presso il Rifugio Monte Croce di Leffe, il cantautore e blogger milanese Giuseppe Povia. Entrato ufficialmente nel panorama musicale italiano, nel 2005, quando diventa famoso con il brano “I bambini fanno ooh..”, colonna sonora di un progetto di solidarietà intitolato “Avamposto 55”, in favore dei bambini del Darfur, presentato in occasione del Festival di Sanremo dello stesso anno. La canzone rimane ben 20 settimane, di cui 19 consecutive, al primo posto della classifica musicale italiana, vincendo inoltre 7 dischi di platino e superando le 180 mila copie vendute. Poco dopo esce il suo primo Album “Evviva i pazzi… che hanno capito cos’è l’amore”, che si aggiudica il disco d’oro per le oltre 60.000 copie vendute. Nel 2006, poi, Povia partecipa al Festival di Sanremo come concorrente nella categoria dei “big” e conquista il podio del concorso canoro con il brano “Vorrei avere il becco” e, quindi, pubblica il secondo Album “I bambini fanno ooh… la storia continua”, con il quale conquista il disco d’oro per la vendita di 45.000 copie. Alla 59° edizione del Festival di Sanremo, nel 2009, si classifica al secondo posto con il brano “Luca era gay” e gli viene anche assegnato il Premio Sala Stampa Radio Tv, oltre che il premio Mogol per il miglior testo tra le canzoni popolari italiani edite tra il 2008 e il 2009. Partecipa anche alla 60° edizione di Sanremo con la canzone “La verità” e pubblica il suo sesto Album “Scacco matto”. In seguito, nel 2012, esce “I bambini fanno rock” e nel 2013 inaugura un progetto rivolto ai ragazzi degli istituti secondari superiori dal nome “Scuole in tour con Povia”, con incontri musicali e dibattiti. Nel 2014, parte il tour teatrale “Tu Povia non lo conosci” ed infine, nel 2016, pubblica “NuovoContrordineMondiale”, Cd doppio autoprodotto, autodistribuito e a tiratura limitata, libero da multinazionali, grandi distribuzioni, oltre che portali digitali. Nel corso della sua carriera, però, Povia ha suscitato non poche polemiche per il suo mancato adeguamento ai “clichés” del cantautorato italiano, privilegiando la sua naturale inclinazione sociopolitica rispetto agli interessi delle grandi case discografiche. Da qualche anno l’artista ha intrapreso un tour informativo attraverso l’Italia, mediante l’organizzazione e la partecipazione a serate impegnate nella lotta contro le “schiavitù del XXI secolo”, eventi aperti a tutti, dove chiunque ha la possibilità di essere informato sulle realtà che spesso vengono celate, in modo da poter divenire consapevoli dei grandi cambiamenti antropologici che da anni interessano la società.
Il prossimo 15 dicembre, come detto, alle 20.45, presso il Cineteatro dell’Oratorio “San Giovanni Bosco” di Fiorano al Serio, il cantautore Povia e l’avv. Gianfranco Amato, presidente dell’associazione “Giuristi per la vita”, presenteranno una serata ad ingresso gratuito dal titolo “Invertiamo la rotta, musica e cose che non ti dicono in tv”; un “convegno-concerto” con diverse proposte multimediali documentate, ma soprattutto con l’accompagnamento dei successi musicali dell’artista. Un confronto aperto su circostanze attuali in cui ognuno può sentirsi libero di sentire o dissentire. Il successo è assicurato.

Silvia Pezzera