15 nuove telecamere nei punti a rischio

Videosorveglianza territoriale con telecamere nei punti a rischio, per vigilare nei Comuni di Gazzaniga, Cene, Fiorano al Serio, Colzate e Vertova. Nello specifico, per contrastare la micro-criminalità manifestatasi negli scorsi mesi con furti nelle abitazioni dei cinque Comuni che compongono la Media Valle, ma anche per prevenire il teppismo giovanile, l’abbandono abusivo dei rifiuti e gli atti di vandalismo, peraltro in alcuni casi già segnalati contro l’arredo pubblico, il Distretto del Commercio di Honio ha deciso di realizzare un impianto di videocontrollo del territorio dei Comuni che compongono il distretto. In pratica, un ulteriore sistema di videosorveglianza, formato da tre telecamere di videosorveglianza ad alta definizione per ogni Comune, per un totale di 15 telecamere, che saranno in grado di registrare, con qualsiasi condizione atmosferica, 24 ore su 24 gli spostamenti dei veicoli e/o dei pedoni, potendo così “tracciare” tutte le uscite e tutte le entrate nei cinque Comuni, ma soprattutto leggere le targhe.

 

L’impianto, il cui progetto è stato redatto dall’ing. Livio Fratus,  impegna le casse del Distretto del Commercio di Honio per una spesa di 100.000 euro, peraltro provenienti da un co-finanziamento di Regione Lombardia.

A livello procedurale, lo scorso 27 gennaio è stata aggiudicata la gara d’appalto per i lavori di realizzazione del suddetto impianto; la ditta vincitrice è risultata la Maggioli spa di Sant’Arcangelo di Romagna (Rimini). Tuttavia, l’aggiudicazione della suddetta gara, vinta con un ribasso percentuale consistente, potrebbe portare alla realizzazione di una telecamera in più per ogni Comune; in questo modo, si avrebbe una copertura quasi totale dei punti nevralgici del vasto territorio della Media Valle, con ricadute estremamente positive in termini di sicurezza dei cittadini, soprattutto in questo periodo, durante il quale sono frequenti i furti in appartamento.

In questi ultimi mesi – spiega il sindaco di Gazzaniga Mattia Merelli nella Media Valle si è registrato un significativo aumento di furti in abitazione. Una nuova ondata di microcriminalità che, oltre a configurarsi come situazione molto difficile e delicata per le Forze dell’Ordine che sono preposte a controllare il territorio, sta generando panico e paura e una scarsa percezione di sicurezza, che non è da sottovalutare. Certo, le Forze dell’Ordine, stanno facendo ampiamente il loro dovere, considerando anche le risorse a disposizione, ma anche le varie amministrazioni comunali possono dare un contributo alla prevenzione e alla deterrenza di questi reati. L’installazione di questo nuovo impianto di videocontrollo va proprio in questa direzione, per sostenere la percezione di sicurezza da parte dei cittadini”.

Sono molto felice di questo nuovo impianto – afferma il sindaco di Fiorano al Serio Clara PoliNon voglio assumermi alcuna paternità, ma sono stata proprio io a sollevare la questione sicurezza in Media Valle alcuni anni fa, proponendo per l’appunto che il Distretto del Commercio di Honio realizzasse un sistema integrato sul territorio intercomunale. Bene, i tempi giusti sono arrivati. E ora, in attesa del tanto declamato “Thor”, che anche in questo caso mi aveva vista fra i primi fautori, ecco il nostro impianto di videocontrollo. Un intervento strategico, per la sicurezza della Media Valle”.

Le nuove telecamere inviano i dati raccolti, in tempo reale, tramite rete wireless, alle centrali delle Polizie Locali, e la registrazione verrà archiviata in un data-base.

L’inizio dei lavori è previsto per la fine del mese di febbraio. La consegna dei lavori, invece, è fissata per la fine di aprile.

 

T.P.