Tutti insieme, famiglie, giovani, anziani, per un sincero saluto, che è anche un momento di condivisione, prima del meritato riposo invernale. Per tradizione, infatti, la Festa dell’Immacolata Concezione di Maria, che quest’anno ricorre domenica 8 dicembre, coincide con l’ultimo giorno di apertura del santuario della Madonna di Altino, che domina il Colle di Altino, sopra Vall’Alta. E, sempre da tradizione, si celebra la “festa di chiusura”, cioè l’ultima Messa della stagione. All’appuntamento partecipano diverse comunità: oltre a quella di Vall’Alta, che ogni anno anima il santuario con diverse iniziative di preghiera e devozione popolare, anche quelle della Valle del Lujo, della Val Cavallina e della Val Seriana, che grande devozione prestano a questo santuario mariano, peraltro frequentato anche da fedeli provenienti da tutta la Bergamasca.
Per l’occasione, la parrocchia di S.Maria Assunta e San Giacomo Maggiore ripropone il rito del pellegrinaggio al santuario (si effettua con qualsiasi condizioni meteorologiche): un “cammino di preghiera”, che intende manifestare la devozione dei vallaltesi verso la “loro” Madonna.
La partenza è fissata alle 13.30, dal sagrato della chiesa parrocchiale; mentre l’arrivo al santuario è previsto per le 14.30. La “Messa di chiusura” è fissata per le 15.30: sarà l’occasione per ricordare tutti i pellegrini, i gruppi parrocchiali e le corali che durante l’anno si sono recati al santuario, animandolo con momenti di preghiera e di canto. Ma anche i benefattori, che con grande generosità hanno contribuito a sostenerlo.
Il santuario, anche in questo caso rispettando la tradizione, riaprirà i battenti il Lunedì dell’Angelo, a Pasquetta.

Tiziano Piazza