Quando un appuntamento è tale da diversi anni non serve dire molto: gli appassionati sanno già perfettamente di cosa si tratta e attendono solo con trepidazione che venga ufficialmente confermato e presentato.

Eccoci dunque a riferire che si appresta a prendere il via la nuova edizione del Torneo Notturno di calcio intitolato alla memoria di Roby, Fabio e Andrea, come sempre presso il campo dell’Oratorio di Semonte.

Parziale novità di quest’anno sarà nella tempistica della manifestazione che prenderà il via lunedì 6 giugno per svilupparsi velocemente in tre sole settimane, scelta dettata dalla contemporaneità con i Campionati Europei che si svolgeranno in Francia e dalla volontà di evitare la sovrapposizione con essi quando entreranno nel vivo. A malincuore in quanto non è mai piacevole dire dei “NO” e rifiutare partecipazioni, è stata fatta la scelta di limitare il torneo a sole 16 squadre così da poter esaurire la fase a gironi in neppure due settimane comunque molto intense dal punto di vista organizzativo vista la disputa di tre incontri per ogni serata in programma; seguirà poi, prima di lasciare spazio agli Europei, la settimana conclusiva, quella dei quarti, delle semifinali e della finalissima che dovrebbe essere prevista per sabato 25 giugno, il condizionale è d’obbligo in quanto bisognerà proprio valutare quali incontri proporrà per quella data la competizione continentale, ovviamente nulla sarà lasciato al caso e sono già state studiate soluzioni alternative con l’eventuale anticipo al venerdì.

Per il resto invariati saranno gli ingredienti di quella che si è rivelata negli anni una ricetta vincente garantendo il successo delle edizioni precedenti: innanzitutto gli incontri sportivi dove a prevalere rimarrà sempre il semplice desiderio di giocare indipendentemente dal valore della posta in palio, in aggiunta la voglia di passare alcune serate di inizio estate in compagnia e a tal proposito gli amici della San Bernardino hanno via via affinato le proprie capacità di creare un contorno a quanto avviene all’ interno del rettangolo di gioco raccogliendo ogni volta nuovi consensi da parte di tutti i partecipanti, giocatori e tifosi.

Forse pecchiamo di presunzione ma siamo certi che anche questa volta tutti questi appassionati non mancheranno di fare sentire la loro presenza perché, aldilà del fatto che decidano di scendere in campo o di gustarsi, unitamente alle partite, qualche birra al bancone del bar, sono indubbiamente loro l’elemento base per la riuscita del Torneo, coloro che sospingono a continuare in questa avventura consapevoli che senza di loro nulla sarebbe mai stato possibile.