Due incontri teorici, dal titolo “Le erbe spontanee e i fiori di campo commestibili”, nelle giornate di giovedì 20 e giovedì 27 aprile, dalle 20.30 alle 22.30, presso la sede dell’associazione culturale “Pane Amaro”, in via San Benedetto 13, a Fiobbio. Ma soprattutto una passeggiata in Valle del Lujo, per imparare a conoscere e riconoscere alcune delle erbe e delle essenze spontanee più comuni, indagandone gli impieghi nella storia e nella tradizione locale, ma soprattutto l’uso gastronomico e l’impiego fitoterapico, grazie al confronto tra due differenti approcci di analisi, botanico-agronomico e naturopatico. E’ quanto ha organizzato per l’appunto l’associazione culturale “Pane Amaro”, lanciando il progetto “Erbe e fiori in tavola”, un’iniziativa che punta a riscoprire e valorizzare le erbe spontanee, spesso chiamate “erbacce” o “infestanti”, ma che invece si possono utilizzare benissimo in cucina, per preparare piatti gustosi e insoliti, per salutari tisane o per bagni benefici, per preparazioni erboristiche: l’importante è saperle riconoscere.
L’appuntamento è teorico-pratico e vede in cattedra (e “alla guida” in Valle del Lujo) l’agronomo prof.ssa Marilisa Molinari; sia in sede che in campo, i partecipanti al corso, dotati dall’associazione di materiale didattico e di un libretto delle erbe, percorreranno la “strada verde” della Valle del Lujo, alla ricerca di erbe spontanee utilizzabili in cucina: spinacio selvatico (“parùch”), ortica, asparago selvatico, tarassaco.
Da segnalare che, al termine, della passeggiata, è previsto un rinfresco con prodotti a base di erbe spontanee.