Antonella Ruggiero esalta la notte di San Lorenzo

Una stella fra le stelle. Lei è Antonella Ruggiero, una delle voci più calde, intense e, quindi, più belle della musica italiana; le stelle sono quelle della Notte di San Lorenzo, che molti lo scorso 10 agosto, con il naso all’insù, hanno cercato di veder cadere dal firmamento. E, in effetti, una di queste è arrivata sulla Terra, precisamente in Piazza San Lorenzo, a Vertova, dove il pubblico delle grandi occasioni ha salutato l’indimenticabile leader vocale dei Matia Bazar, che ha voluto essere presente al tradizionale appuntamento musicale organizzato e offerto dal Corpo Musicale di Vertova in occasione della festa di San Lorenzo.

 

Un ospite d’eccezione per una festa eccezionale: tanti gli applausi tributati alla cantante genovese, accompagnata per l’occasione dalle bande di Vertova e Villa d’Almè.

La Ruggiero è salita sul palco verso le 21, offrendo brani del suo repertorio da solista e “omaggi” a cantanti della sua terra, la Liguria, come Fabrizio de Andrè. Ma è stato con i suoi cavalli di battaglia, “cavalcati” con i Matia Bazar (“Per un’ora d’amore”, “Solo tu” e “Vacanze romane”) che il pubblico di San Lorenzo si è alzato in piedi tributandole scroscianti applausi. Del resto, non poteva essere altrimenti: con Antonella Ruggiero siamo di fronte una delle voci più importanti della musica italiana, da 40 anni sulla breccia, dal 1975 al 1989 con i Matia Bazar, poi, dal 1996, come solista.

Certamente, la serata musicale ha avuto come guest-star Antonella Ruggiero, nulla da dire; ma il pubblico ha apprezzato e applaudito con calore anche l’esibizione dei 58 elementi che componevano le due bande (direttore Danilo Belotti), che hanno suonato anche brani per organico strumentale.

 

Sara Nicoli