Un ambiente accogliente e stimolante, colorato e pieno di giochi, libri e materiali creativi, per manipolare, dipingere, costruire; e con spazi morbidi ed esclusivi, dove i bambini possono incontrarsi e socializzare. E’ lo spazio-gioco “Non solo coccole…”, aperto presso la Scuola dell’Infanzia “Valle del Lujo – Beata Pierina Morosini”, a Fiobbio, un servizio formativo, promozionale ed integrativo alla scuola dell’infanzia, perché riservato alle famiglie con bambini dai zero ai tre anni, promosso dalle parrocchie della Valle del Lujo, con l’obiettivo di creare spazi di condivisione per le famiglie che hanno bambini molto piccoli.
Aperto al sabato fino al prossimo 13 aprile, dalle 9.30 alle 11.30, lo spazio-gioco rappresenta un’interessante opportunità educativa, perché permette ai bambini di stare in serena e piacevole compagnia con altri bambini, fuori dalle mura domestiche, guidati nei giochi da operatori qualificati. Inoltre, è anche un’occasione di confronto per i genitori, che si scambiano pareri e idee sull’educazione dei propri figli. Come dice lo slogan dello spazio gioco: “Si gioca, si sta insieme, si conoscono nuovi amici, ci si confronta con esperti”.
Le iscrizioni, aperte anche a bambini residenti in altri Comuni (con precedenza alle domande presentate dalle famiglie di Alzano), si ricevono presso l’Ufficio Servizi Sociali (035.4289074), fino al 28 ottobre.
Una prima informativa sul nuovo servizio si è svolta lo scorso 2 febbraio, ma chi vuole avere informazioni in merito al servizio può telefonare al 347.4545324 oppure scrivere a claudiacortesi@alice.it
Ma attenti, lo spazio gioco “Non solo coccole…” non è solo un luogo gradevole e accogliente, costruito a misura di bambini, dove incontrarsi, giocare, leggere insieme, colorare e sviluppare la fantasia e la creatività, ma anche uno spazio di condivisione, di incontro e di ascolto, dove i genitori si scambiano esperienze e valutazioni sulla crescita dei figli. In questo senso è da leggere la serie di incontri che lo spazio gioco propone per i genitori. Tre gli incontri in programma: sabato 23 febbraio, dalle 9.30 alle 12, corso di disostruzione pediatrica, con obiettivo di combattere un nemico subdolo, il “non sapere” come intervenire correttamente di fronte ad un bimbo che, a causa di un boccone o un oggetto ingurgitato, non è più in grado di respirare; sabato 9 e sabato 16 marzo, dalle 9.30 alle 11.30, conferenze con lo psicologo don Giuseppe Belotti. In programma anche due incontri con la pediatra Dott.ssa Federica Rossi (date da definire).

P.S.