Apriamo le porte della nostra scuola ai bambini dell’infanzia

 

Giovedì otto maggio sono arrivati nella nostra scuola sedici bambini della scuola dell’Infanzia da accogliere! Noi ragazzi di quinta avevamo questo compito, dovevamo cioè aprire le porte della nostra scuola. Erano tenerissimi!

 

Arrivati, ognuno di noi doveva scegliere un bambino da accompagnare e accudire durante tutta la mattinata. Il bambino che avevo scelto si chiamava Filippo ed era molto simpatico.

Subito ci siamo recati in teatro dove noi ragazzi di quinta, abbiamo messo in scena lo spettacolo del “Pesciolino tante tinte”. Io interpretavo la parte del fratellino tinte a pois e dell’amico polpo. Finito lo spettacolo, ho visto i bambini sorridere e questo ha fatto provare tanta gioia anche a me. Poi, con loro, abbiamo fatto il gioco delle statuine. Era da tantissimo tempo che non facevo più quel gioco e quindi mi ha fatto ricordare i vecchi tempi! Questo gioco è stato molto bello per me e per i bambini. Successivamente abbiamo fatto merenda con tè e biscotti. I bambini erano così affamati che a noi non è rimasto quasi niente! Così siamo andati a prendere la nostra merenda e io mi sono detto: ”Finalmente un po’ di relax!!!”.

In seguito siamo entrati in tutte le classi per far conoscere i “piccolini” a tutti: nella prima, nella seconda, nella terza, nella quarta A dove ci hanno suonato una bellissima canzone con il flauto, e infine nella quarta B. L’ultima classe visitata è stata la nostra, dove ci siamo fermati per colorare il pesciolino bianco bianco… in quel momento mi è tornato in mente il mio passato: era il primo giorno nella scuola dove andavo prima. Alcune maestre tenevano in mano un foglio con l’elenco dei bambini che dovevano frequentare la classe prima. Una maestra ha chiamato il mio nome e io mi sono avvicinato a lei. Subito mi ha portato in un’aula in cui c’era “Pesciolino bianco bianco” che doveva essere colorato………

Al momento del ritorno a casa una fantastica sorpresa: un pesciolino vero da portare a casa. Che bei momenti! Che bei ricordi!

Tornando al presente, io e Filippo ci siamo impegnati a far diventare il Pesciolino bianco bianco un pesciolino a tante tinte. Immediatamente Filippo ha iniziato a colorarlo e a incollare la carta velina. Alla fine il pesciolino era veramente fantastico!!

Dopo aver pranzato, abbiamo fatto molti giochi. I bambini si sono divertiti molto, ma ormai era giunto il momento per loro di andare a casa. Io, prima di salutare Filippo, gli ho chiesto se la scuola gli era piaciuta e lui mi ha risposto che tornerà volentieri.

Peccato che la giornata era finita; l’importante per me è essere riuscito a stampare un sorriso sul viso di Filippo e a fargli vivere momenti indimenticabili!!!

 

Gabriel Busetti