2013 un intenso anno da minoranza attiva – 2014 l’anno della riconquista

Durante quest’anno il nostro gruppo consiliare ha svolto un intenso lavoro come minoranza all’interno del consiglio comunale Albinese.

1. Il 17 aprile abbiamo presentato un’interpellanza in merito alla riduzione di capacità dei nuovi sacchi rossi da 45 Litri alla quale l’assessore all’ecologia Lara Zanga non ha risposto in modo soddisfacente.

2. Sempre il 17 aprile abbiamo presentato una mozione relativa alla sicurezza composta da 6 richieste specifiche. Sono state accolte all’unanimità le nostre proposte in merito all’incremento del controllo da parte della polizia locale della zona della stazione TEB nelle ore di maggior afflusso e la richiesta di intensificare il controllo del Parco Servalli (luogo oggetto di ripetute risse tra extracomunitari) da parte della polizia locale e dei carabinieri. La maggioranza ha deciso, invece, di bocciare le nostre proposte riguardanti l’emanazione da parte del Sindaco di un’ordinanza antiaccattonaggio e la nostra richiesta di un controllo del territorio comunale anche nelle ore notturne da parte della polizia locale, controllo notturno che avrebbe aiutato a disincentivare l’attività massiccia dei ladri che purtroppo abbiamo dovuto subire nel corso del 2013.

3. Il 17 maggio in occasione dell’approvazione del bilancio previsionale del Comune abbiamo presentato 3 emendamenti al bilancio, ovviamente bocciati dalla maggioranza. In ragione poi della nostra contrarietà all’impostazione del bilancio da parte degli arancioni e alla bocciatura dei nostri emendamenti abbiamo votato contro l’approvazione del bilancio comunale.

4. Sempre il 17 maggio abbiamo votato contro l’istituzione della Tares in quanto reputammo, e reputiamo tuttora, assurdo che i contribuenti albinesi debbano versare 0,30 centesimi per metro quadrato a favore dello Stato centrale per ripianare i debiti dello stesso.

5. Il 24 maggio insieme alle altre minoranze consiliari abbiamo boicottato il Consiglio Comunale relativo all’adozione della variante generale del PGT in quanto il materiale da votare fu modificato pochi giorni prima del Consiglio stesso.

6. L’11 giugno abbiamo presentato, congiuntamente agli altri gruppi di minoranza, un’interpellanza in merito all’accostamento del simbolo del Comune a quello dell’associazione Per Albino.

7. Il 4 ottobre abbiamo presentato, congiuntamente agli altri gruppi di minoranza, un’interpellanza relativamente allo stato di abbandono, che persiste tutt’oggi, della pista ciclopedonale della Valle del Lujo.

8. Il 25 ottobre, il 7 e il 15 novembre, a seguito della bocciatura, da parte della maggioranza, dei nostri emendamenti volti a salvaguardare la nostra identità culturale, abbiamo votato contro il nuovo Statuto Comunale proposto dagli arancioni.

9. Il 25 ottobre abbiamo presentato, congiuntamente agli altri gruppi di minoranza, una mozione in merito a delle irregolarità (dovute alla presentazione di emendamenti senza il parere dell’ufficio tecnico) della delibera di adozione della variante al PGT, mozione ovviamente bocciata dalla maggioranza.

10. L’8 novembre abbiamo presentato una mozione volta all’istituzione di corsi di alfabetizzazione per gli studenti non italofoni al fine di permettere agli stessi una migliore comprensione e partecipazione alle attività scolastiche, consentendo quindi di salvaguardare il livello didattico di tutta la classe. Purtroppo la maggioranza ha avuto un atteggiamento ideologico e pregiudiziale nei nostri confronti e ha bocciato la nostra mozione. In modo incoerente poi però hanno presentato una proposta simile alla nostra in sede di approvazione del piano di diritto allo studio.

11. Il 29 novembre abbiamo presentato, congiuntamente agli altri gruppi di minoranza, un’interpellanza relativa al percorso di Piazzo per chiedere spiegazioni all’amministrazione in merito alla scelta di non accogliere la proposta del privato che a sue spese avrebbe realizzato un percorso alternativo a quello che tagliava la sua attività agricola, purtroppo le risposte del Sindaco non sono state soddisfacenti.

12. Il 22, 23 e 29 novembre abbiamo trattato le osservazioni alla variante generale al PGT (come gruppi di minoranza ne abbiamo presentate 14) e il 29 novembre abbiamo votato contro l’approvazione della variante in quanto non condividiamo le scelte di fondo di questa amministrazione, come ad esempio la concessione di edificabilità su Piazzo che, senza la contrapartita occupazionale, non ha più senso, la previsione dell’eliminazione dell’edificabilità di 135 piccoli lotti sui quali i cittadini albinesi hanno pagato prima l’Ici e poi l’Imu, la previsione di nuove edificazioni senza un parametro standard per tutto il territorio albinese.

13. Il 29 novembre abbiamo presentato una mozione sulla sicurezza con lo scopo di favorire la stipulazione di una convenzione con i Comuni limitrofi per il controllo del territorio da parte della polizia locale nelle ore serali. Mozione approvata all’unanimità!

Inoltre abbiamo sempre cercato di evidenziare i problemi relativi alla nostra realtà comunale, proponendo anche delle soluzioni concrete, ma spesso e volentieri non siamo stati ascoltati dagli arancioni. Nonostante questo continueremo a proporre le nostre idee e i nostri progetti per un Albino migliore e saremo pronti per la grande sfida di maggio per riconquistare il Comune!!!

Il 24 gennaio 2014 sarà presente al convegno sulle Ludopatie, che si terrà in Auditorium, il Consigliere Regionale Fabio Rolfi, che è stato il relatore della legge regionale contro il gioco d’azzardo volta a favorire i locali NO SLOT!