8 GIUGNO 2014 – Non un punto di arrivo, ma un punto di partenza. Grazie al voto degli Albinesi FABIO TERZI è stato eletto Sindaco per la coalizione di centro destra che vede, per la prima volta da 20 anni, il movimento di Forza Italia nelle fila della maggioranza. Grazie all’impegno dei nostri Consiglieri Comunali uscenti, dei candidati in lista, uomini, donne, giovani e meno giovani sono state gettate le basi per una vittoria aldilà delle aspettative. Al ballottaggio lo scarto è pari 117 voti, dove è noto che l’elettore di centro destra, al 2º turno, tende a sottrarsi al voto. Gli arancioni hanno voluto far credere che Albino è divisa in due e che Terzi ha vinto per un pugno di voti. Invece, per loro, è stata una batosta, un fulmine a ciel sereno! Dopo i risultati delle Europee, che anche ad Albino ha visto il record storico del PD al 42%, erano convinti di avere la vittoria in tasca. C’è da dare atto che hanno messo molto impegno e notevoli risorse economiche per la campagna elettorale: il centro storico per oltre 2 mesi è stato monopolizzato con iniziative della loro associazione Politica “Per Albino” con magliette, cappellini, gazebo e bandiere arancioni. Qualche Consigliere uscente ha lasciato pure steso il bucato tra cui maglioni e sciarpe arancioni nei giorni delle votazioni, ma ciò non è valso la loro riconferma. È stata indubbio una brutta campagna elettorale dove l’allora maggioranza ha puntato esclusivamente alla diffamazione della nostra coalizione, attaccando la fattibilità del nostro programma, attaccando i nostri candidati, attaccando le nostre idee. Pochi ricordano il loro programma perché hanno dedicato poco tempo allo stesso e molto a parlare del “non fatto”. Ancora una volta, per fortuna l’ultima, si sono posti con arroganza nei nostri confronti: loro erano i bravi, belli, coerenti, trasparenti ed onesti. Probabilmente, visto il deludente risultato, aveva ragione l’ex Sindaco Luca Carrara: gli Albinesi non lo hanno capito! O forse hanno capito fin troppo bene. Ed hanno voltato pagina. Lo avevamo preannunciato: se gli arancioni avessero perso, la colpa era da imputare al Sindaco, Luca Carrara: hanno avuto 5 anni per realizzare i progetti che avevano promesso, invece ci siamo ritrovati un’Amministrazione inconcludente pronta a nascondersi, ad ogni intervento pubblico, dietro al patto di stabilità. Inoltre erano distanti dal territorio, assenti dalle manifestazioni pubbliche ma presenti alle “Assemblee” di schieramento, vere e proprie riunioni di parte con fini elettorali pagate con le risorse della collettività. Luca Carrara, con “coerenza”, ha rinunciato ad entrare in Consiglio Comunale come umile Consigliere: o Sindaco o niente! Servire il territorio e la comunità significa essere presenti, anche in minoranza, sacrificando risorse in termini di tempo ed economiche alla famiglia. Ora, consapevoli del mandato che ci è stato dato “a tempo”, non possiamo tradire gli Albinesi e le loro aspettative. Non possiamo tradire chi ha riposto in noi la fiducia con il voto. Ed ecco la nostra squadra: BRUNETTA GUARNIERI, Assessore allo Sport e Politiche Giovanili, ALDO MORETTI, Assessore al Bilancio ed Ecologia. In Consiglio Comunale SARA CASTELLETTI, DAVIDE CARRARA e DAVIDE ZANGA (con Delega alle attività produttive).