Fondazione Honegger

 

Lo scorso 1° marzo si è riunito il Consiglio Comunale ed in apertura, come primo punto all’Ordine del Giorno, c’è stata la relazione del Presidente Vedovati in ordine alla gestione della residenza sostegno anziani, Fondazione Honegger. “Il tempo è galantuomo, rimette a posto tutte le cose” diceva Voltaire ed è ciò in cui noi Consiglieri del PdL confidiamo ciecamente e su questo presupposto abbiamo sempre operato nella piena onestà e trasparenza. Infatti, esattamente il 23/11/2009, criticammo duramente il Consiglio di Amministrazione in carica, Presieduto dal Dott. Novali, che chiedeva al Comune di Albino ben 2.000.000,00 € per poter far fronte alle spese di ristrutturazione della Fondazione, pena il decadimento dell’accreditamento Regionale e pertanto la chiusura della Casa Albergo. In quella seduta si parlava di tempi biblici persi, di abbassamento dei costi mediante riduzione del personale, di costi d’adeguamento della struttura spropositati, di incapacità ad avere il titolo di “Onlus” che avrebbe permesso alla Fondazione un risparmio fiscale di

 

circa 150.000,00 € all’anno. E come sovente capita, si cercava di distribuire le colpe al precedente CdA in carica sino al febbraio 2007, allora guidato dal Dott. Eugenio Portesi, nostro Concittadino scomparso lo scorso 04 marzo. Il nostro pensiero và proprio al Dott. Portesi, stimato professionista, persona operosa, di una fervida onestà e di una fine intelligenza, che delineò con il suo operato in Casa Albergo la strada da seguire per portarla all’eccellenza; quell’eccellenza che il Dott. Vedovati e l’attuale CdA sta portando a compimento, nonostante le difficoltà economiche, politiche e sociali che contraddistinguono i nostri giorni. Certo, come in tutte le realtà ci sono aspetti da migliorare, come il nuovo reparto Alzheimer, conosciuto ai più per le polemiche scaturite nei giorni scorsi, polemiche nate da un comunicato stampa di una decina di dipendenti su oltre centocinquanta in merito all’assistenza nelle ore notturne del nuovo reparto. Siamo convinti che a regime anche questo nuovo servizio porterà benefici ai pazienti ed alle loro famiglie. Come ribadito nell’ultimo Consiglio Comunale, ci ha fatto piacere che a distanza di 3 anni, il Dott. Vedovati ha ripercorso la strada tracciata dall’amico Portesi: non ha avuto bisogno di 2.000.000,00 € dal Comune, con beneficio delle casse comunali; non ha ridotto i dipendenti, con i conseguenti benefici sociali ed assistenziali in casa Albergo; ha portato a termine i lavori iniziati proprio dal Dott. Portesi, che aveva portato a compimento l’intero 4° piano, gli ascensori, le facciate e le adduzioni agli impianti. Ha inoltre ottenuto la qualifica di Onlus, con il beneficio fiscale ad essa riservato, grazie anche all’apporto di tutta la minoranza Consigliare. Con questo articolo abbiamo voluto ringraziare le persone “chiave” che hanno portato alla realizzazione di una moderna, funzionale ed accogliente casa per anziani, a prescindere dalle polemiche politiche che troppo spesso, come untori di Manzoniana memoria, dimenticano le “persone” per il bene fatto alla comunità. Buon lavoro al CdA della Fondazione Honegger ed al Dott. Tiziano Vedovati.

Ciao Eugenio.