“DA ARANCIONI A ROSSI … DI VERGOGNA !!!”

Il 25 Ottobre si è riunito il Consiglio Comunale e tra gli argomenti posti in discussione c’erano “L’abrogazione dello Statuto Vigente e contestuale approvazione del nuovo Statuto Comunale” ed al punto successivo “Istituzione commissione Valle del Lujo e approvazione regolamento per la sua disciplina”. Certamente sono due argomenti importanti, di alto valore etico, morale, sociale ma …soprattutto Politico. E’ proprio questo il valore dato a questi documenti dalla maggioranza arancione di Albino. Un’accozzaglia di sinistra che non ha fatto un tubo per 4 anni e mezzo, sempre a lamentarsi, sempre ad accusar qualcuno per le loro inettitudini (accusano la minoranza quando il potere l’hanno loro) ed allora ci si chiede: perché sono al Governo di Albino? Semplice! La divisione del centro destra e l’arguzia della sinistra che ha incantato gli Albinesi con un ottimo programma elettorale (rimasto sulla carta) li ha portati alla vittoria. Poi il nulla. O meglio, i danni. Il non far opere ha portato sempre più ad un restringimento delle maglie del Patto di Stabilità, così che lasceranno alla prossima Amministrazione l’onere di sforare il Patto per diversi milioni di euro. Infatti sia il Ponte che il Pol-ino Scolastico a Comenduno, Deliberati dalla passata Amministrazione Rizzi verranno quasi ultimati giusto giusto per il taglio del nastro prima delle elezioni vincolando la prossima Amministrazione al pagamento di quanto dovuto alle imprese appaltatrici. Su questi appalti niente acconti, solo saldo a termine dei lavori ed a collaudo effettuato. Infatti lo scopo Politico di questa Amministrazione non è stato quello di governare la nostra Città nel più ampio interesse collettivo, ma quello di aver lavorato su determinati obbiettivi di pochi loro simpatizzanti. Basta guardare le numerose concessioni fatte alle Cooperative locali per capire che ad Albino, le uniche a gioire sono loro, grazie al loro Sindaco, Luca Carrara. Agli altri le buche nelle strade, i sacchi rossi, zero manutenzioni, carta igienica da portare alle Scuole, il nuovo Statuto e la Consulta della Valle del Lujo. Nuovo Statuto che non è passato, in quanto la minoranza compatta ha votato contro la sua adozione. Le uniche vere modifiche apportate, oltre a rimuovere le diciture in dialetto sulla carta intestata del Comune, stanno nel definire il Comune di Albino “Città per la Pace” e nel “rispetto e tutela delle diversità etniche, linguistiche, culturali, religiose e politiche, anche attraverso la promozione dei valori e della cultura dell’integrazione.” Il motivo è subito stato spiegato dal Sindaco che ha ribadito in più occasioni che se qualche Musulmano ad Albino ha interesse a richiedere uno spazio aggregativo a scopo religioso, il Comune non costruisce per loro una Moschea, ma consente loro di costruirla. E per rendere chiaro il tutto, ecco la modifica dello Statuto. Insomma, il mandato è terminato e Luca Carrara con i suoi compagni, risvegliatisi dal lungo letargo, stanno apportando modifiche di Partito ai documenti più importanti del Comune come PGT e Statuto. Sulla Consulta in Valle, che ritengono così fondamentale, perché non l’hanno istituita prima?

IL PD E’ SCOMPARSO DALLA GIUNTA – IL SINDACO IN BALIA DI SEL E DI NOSTALGICI COMUNISTI