“GLI ARANCIONI? GRAN LAVORATORI …”

Il Sindaco Luca Carrara? Una brava persona, dopo 4 anni e mezzo di Amministrazione pubblica non ha sbagliato nulla. D’altronde chi nulla fa, nulla sbaglia. Anzi, abbiamo assodato che in un periodo di grave crisi economica, anche per il nostro territorio, ogni anno gli arancioni fanno proprie le ferie estive imposte agli scolari: 3 mesi di ferie. D’altronde nei 9 mesi precedenti hanno lavorato molto. I risultati sono evidenti a tutti: hanno iniziato i lavori del ponte a Comenduno ed il “polino” scolastico, sempre a Comenduno, opere decise e varate nel 2008 dalla passata Amministrazione. Poi? In valle del Lujo hanno realizzato la strada verde, o meglio, evidenziato le strade già esistenti. Poi ancora ci sono le opere geniali: i sacchi rossi che hanno permesso al Comune di Albino di essere un comune riciclone, con tanto di targa di merito rilasciata da Legambiente. Peccato che la riduzione dell’immondizia prodotta è solo nei sacchi ufficiali, quelli da 1,50 €/cad, quelli strapagati dai Cittadini onesti, perché il resto dei rifiuti finiscono o nelle vallette, o nel fiume Serio, o nel territorio dei comuni confinanti. E la promessa del calo della Tariffa Rifiuti? Se sommate il sacco rosso alla tariffa c’è stato un significativo aumento. Altra promessa da teleimbonitori. E poi oggi i sacchetti in commercio sono addirittura più piccoli, perché per l’Assessore all’Ecologia Zanga sono richiudibili con il nastro scotch, come un bel pacco regalo! La realtà è che così il Cittadino onesto ne compra di più, quindi paga una Tassa Rifiuti ancora maggiore. Poi una sfilza di “porcate” che ricordiamo:

1) la ZTL della via Mazzini che ha messo in ginocchio i commercianti ed alleggerito le tasche degli Albinesi;

2) il centro commerciale Lombardini-Honegger a salvataggio dei lavoratori con tanto di “cinema” all’interno dell’azienda: Il risultato è sotto gli occhi di tutti;

3) l’aumento degli oneri d’urbanizzazione nel periodo più roseo dell’attività edilizia;

4) il nuovo PGT con il taglio di ben 135 lotti edificabili consolidati perpetrato a coloro che hanno pagato la rivalutazione, oltre all’ICI prima e l’IMU poi (magari da 20 anni);

5) i volumi tolti ai tanti li hanno poi distribuiti a pochi, con un criterio di perequazione in opere pubbliche del tutto particolare;

6) la regalia agli amici della COOP di 253’000,00 € di oneri d’urbanizzazione;

7) la vendita di beni pubblici che garantivano un reddito al Comune come il Bar della Piazza Mercato e la

Farmacia a Comenduno. E poi ci sarebbero ancora una sfilza di argomenti, ma per elencarli tutti occorrerebbe uno speciale di Paese Mio, o meglio, Paese Loro, visto che hanno monopolizzato il giornale d’informazione comunale con interviste a loro adepti (altro esempio di trasparenza). Su una cosa, però, hanno dimostrato una capacità da fuoriclasse, da numeri uno: in fatto di feste non li batte nessuno. Terminata una festa, ne iniziano un’altra. Il dubbio è sapere cosa festeggiano dato che i risultati che hanno ottenuto sono fallimentari. O pensano di comprare gli Albinesi con 4 tartine?

LA GIUNTA ARANCIONE SOMIGLIA AI MUSICANTI DEL TITANIC: LA NAVE AFFONDA E LORO FAN FESTA