Una rassegna a due facce, che presenta alcune delle migliori peace del teatro dialettale e del teatro brillante, per regalare risate e divertimento, serenità e spensieratezza in questa stagione autunnale. Protagonista il gruppo “Gli Amici del Teatro”, che presenta “Solo risate”, una serie di cinque spettacoli, che vedranno come “palcoscenico” privilegiato la Sala della Comunità “Mons. Pietro Gritti” dell’Oratorio “Papa Giovanni Paolo II” di Comenduno, con inizio sempre alle 20.45.
La manifestazione, che si avvale della collaborazione della parrocchia di Cristo Re e del patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Albino, e del sostegno della ditta “Serramenti Pedretti” di Endine Gaiano, prende il via sabato 21 ottobre con la commedia dialettale in due atti di Mario Dometti “Ada che ta ede”, presentata dalla compagnia “I Balores” di Sotto il Monte”, pe rla regia di Maria Grazia Mapelli.
A seguire, sabato 28 ottobre, la commedia comica brillante “Selfie con il morto”, presentata dalla compagnia “OK” di Trezzo sull’Adda, Testo e regia sono di Claudio Settembrini.
Ed eccoci, sabato 4 novembre, ad uno spettacolo veramente esilarante, presentato da una delle compagnie più apprezzate della Bergamasca: la compagnia teatrale “Franco Barcella” di San Paolo d’Argon presenta la commedia comica brillante “Sarto per signora”, traduzione in bergamasco dell’opera omonima dello scrittore francese Georges Feydeau, per la regia di Davide Bellina. Una commedia leggera e brillante, basata sull’intrigo e la satira, fra scambi d’identità, equivoci, amori segreti e sotterfugi. Assolutamente da vedere.
Quarto appuntamento sabato 11 novembre. In scena la compagnia “P.Cesare Albisetti” di Terno d’Isola”, che presenta la commedia dialettale in due atti “Pensione ‘O Terme”, per la regia di Lorella Limonta.
La rassegna teatrale abbassa il sipario sabato 25 novembre, quando la compagnia “La Meridiana” di Mapello presenterà la commedia dialettale “”Mal che la andaghe…”, per la regia di Davide Lenisa.

Sara Nicoli