Gennaio 2021, la sezione Avis di Albino è già in rampa di lancio per una nuova stagione sociale. E tutto si preannuncia positivo, forti anche della buona stagione 2020, chiusa con un bilancio con il segno più, nonostante le restrizioni e le limitazioni imposte dalle disposizioni governative anti-Covid. Infatti, nonostante le chiusure determinate dal lockdown di febbraio e marzo, il calo di donatori e donazioni è contenuto, segno che “donare sangue” è un gesto così importante che va oltre ogni problema, anche grave, come quello dell’emergenza sanitaria.
“Il 2020 è stato un anno molto particolare, per tutti, quindi anche per l’Avis di Albino – spiega il presidente Giancamillo Carrara – Ma la nostra caratteristica è di essere un gruppo forte e solidale, capace di superare ogni ostacolo, anche quello più subdolo, rappresentato quest’anno dalla pandemia. E la programmazione messa in campo, che segue un trend ormai consolidato, ha portato a risultati più che positivi, vista la situazione. Infatti, se nel 2019 le donazioni erano state 876 (ben 26 in più rispetto al 2018, ndr), quest’anno chiudiamo con 823 donazioni: certo, un calo di 53 donazioni, ma accettabile, alla luce delle limitazioni a cui siamo stati costretti. E questa è l’occasione per ringraziare tutti coloro che si sono prestati a donare il sangue: grazie per il loro impegno e la loro costanza! Ma attenti, i donatori attivi sono stati 441 (lo scorso anno 447, ndr), di cui 30 nuovi: questo è il dato più importante, da sottolineare, da rimarcare. Inoltre, i nuovi iscritti, in attesa della prima donazione, sono 31. Sono questi i numeri che contano più di tutti: il fatto di essere presenti sul territorio di Albino in varie manifestazioni, il fatto di promuovere e diffondere in modo efficace la cultura della donazione del sangue, alla fine ha pagato, arrivano nuovi iscritti, soprattutto giovani, c’è un certo ricambio generazionale. E questo è il vero successo.”
“Ormai, la nostra visibilità sul territorio è evidente – continua il presidente Carrara – I numeri stanno facendo guadagnare alla sezione albinese posti di eccellenza nel panorama della provincia di Bergamo. Speriamo quest’anno di continuare su questa linea, sempre con l’obiettivo di intercettare e coinvolgere i giovani”.
Intanto, novità dal punto di vista associativo. In primavera, si pensa entro il 18 aprile, è in programma l’assemblea elettiva, che deve rinnovare il Consiglio Direttivo, in carica per quattro anni, che porterà al cambio del presidente e del segretario. Dopo due mandati, dal 2013, Giancamillo Carrara lascia il timone di comando del sodalizio avisino, una realtà che è riuscito a portare ad alti livelli, sia numerici che qualitativi, ma soprattutto di visibilità ed impegno sul territorio. Ovviamente, sarà ancora nel Consiglio Direttivo, ma con altri ruoli e altri compiti.
Per informazioni: 035.760120-349.7768414, www.avisalbino.it, Facebook Avis Albino e info@avisalbino.it
La sede, presente in via Mazzini 61 (ex-Municipio), è aperta il secondo e il quarto giovedì del mese, dalle 20.30 alle 22.

Ti.Pi.