Una storia lunga iniziata nel 68 dal Gav Vertova grazie al sostegno dell’allora presidente Giovanni Benagli e sopratutto alle iniziative messe in campo da Giacomo Paganessi che per anni è stato l’anima e il promotore delle attività a Roset. Nel tempo si sono poi succeduti vari consiglieri che hanno gestito la struttura che, con il passare degli anni, si ampliava nelle offerte. Il grazie va alla famiglia Rossi, a Bruno Castelli, al compianto Sailer che veramente hanno dato l’anima per tenere in piedi la baracca. Di acqua ne è passata sotto (e spesso anche sopra ….) il ponte di Roset e il Gav Vertova ha sempre cercato di offrire i servizi essenziali di ristorazione verso i propri tesserati e gli escursionisti che frequentano la Valle Vertova. Nel tempo si sono organizzati momenti che caratterizzavano l’estate, con la Sagra della Valle a luglio, la Tombola a fine agosto e la castagnata ad ottobre. Momenti che sono stati anche di elevato valore artistico per la presenza di numerosi gruppi folcroristici della bergamasca. Nell’ultimo decennio si è assistito ad un cambiamento nella tipologia dei frequestatoti del luogo, di pari passo con la notorietà raggiunta dalla Valle Vertova, scoperta grazie sopratutto ad un passaparola che si è esteso a tutta la Lombardia. Escursionisti che nel frattempo hanno anche maturato una coscienza ecologica, pulizia della valle che comunque era garantita da un silenzioso e ristretto gruppo di amici (Aldo, Angelì, Franco e Mario). E così arriviamo a questi ultimi giorni quando a seguito del cambio di proprietà dell’intera struttura, di comune accordo, si è deciso di concludere questa esperienza nella quale abbiamo dato veramente l’anima per poter garantire ai nostri atleti (sci e atletica) la pratica sportiva.
Un grande ringraziamento va all’amico Rosario Merelli che nel corso degli ultimi decenni ci ha concesso la disponibilità dei locali, ma sopratutto ci ha sempre fatto trovare la struttura in perfetto ordine (con una dedizione estremamente efficace).
Auguriamo ai nuovi proprietari (pur con ruoli diversi da volontari a imprenditori) di accogliere i turisti e gli amici della valle Vertova con un servizio sicuramente ampliato ma che mantenga il carattere di familiarità e amicizia che abbiamo creato nel corso degli anni. E dai colloqui avuti ne abbiamo ricavato impressioni positive.
Auguri per altri 50 anni…

Il direttivo GAV Vertova