Bonifica della parete rocciosa e rete paramassi sulla strada provinciale 35

E’ sempre più sicura la strada provinciale 35 che da Comenduno di Albino conduce e a Gazzaniga. Da anni questo tratto di strada è stato oggetto di frane e smottamenti che hanno messo in serio pericolo la circolazione stradale e la mobilità pedonale, relativamente ai residenti delle case che sovrastano la strada. Tutti ricordano quanto è successo nel marzo 2014, quando improvvisamente sono caduti sulla strada alcuni sassi che avevano colpito un’auto in transito, fortunatamente senza causare danni al conducente. Logico, quindi, provvedere ad un intervento di bonifica e di messa in sicurezza della parete rocciosa che incombe sulla strada di collegamento Albino-Gazzaniga. Già una prima fase dei lavori di installazione delle reti paramassi era stata portata a termine nella scorsa primavera; ora, invece, potendo utilizzare lo sconto offerto dall’impresa in fase di gara d’appalto, si è provveduto ad attuare la seconda fase dei lavori. Così, il 7 ottobre scorso è stato effettuato l’intervento in parete, dagli effetti spettacolari, non fosse altro che per l’utilizzo di un elicottero che, nel pomeriggio, senza mai toccare terra, ha portato in quota, ad una distanza di circa 50 metri dalla sede stradale, reti paramassi, pali di ancoraggio e putrelle. Il materiale, sistemato in precedenza dagli operai lungo la strada, è stato trasportato agganciato ad una fune d’acciaio. Qui, gli operai hanno provveduto ad ancorare 160 metri di reti paramassi, che portano così a 500 metri il totale delle barriere paramassi installate in parete. Ovviamente, sono stati messi in sicurezza i punti più pericolosi, così come si evince da uno studio geologico propedeutico.

 

Nell’operazione di ancoraggio delle reti in parete, la carreggiata ha subìto un restringimento, ma, a detta del personale di controllo, non si sono verificati particolari disagi alla circolazione.

 

Giuseppe Carrara