Una serie di belle occasioni, per stare insieme in amicizia e allegria e, ovviamente, anche in maschera! Stiamo parlando degli eventi organizzati a San Paolo d’Argon per il Carnevale, la festa più amata dai piccoli, ma capace di far tornare bambini e bambine anche le mamme ed i papà.
Si comincia nel pomeriggio di venerdì 9 febbraio, con una pittoresca sfilata dei bimbi della scuola dell’infanzia, vestiti con abiti assemblati proprio da loro, sfruttando materiali di recupero. Con musica, danze e scherzi animeranno le vie del paese, ed il tutto si concluderà con una battaglia di stelle filanti in piazza.
Domenica 11 febbraio, invece, nel pomeriggio, ecco l’appuntamento più atteso e, per certi versi, tradizionale, realizzato dai volontari dell’Oratorio: la grande sfilata, che porterà centinaia di maschere ad invadere le strade di San Paolo d’Argon. Il ritrovo è in Piazza Luigi Cortesi; da qui, al seguito del carro costruito dal gruppo dei papà, partirà il coloratissimo corteo che, con coriandoli e stelle filanti, attraverserà le strade del centro. Le maschere, poi, arriveranno in oratorio, dove, ad attenderle, troveranno una gustosa merenda, a base di thè caldo, frittelle, chiacchiere e bugie, oltre ai giochi per i più piccoli preparati dagli animatori del CRE.
Il programma si chiuderà martedì 13 febbraio, meglio conosciuto come “martedì grasso”, nel primo pomeriggio, con un evento special, organizzato dall’Associazione Genitori: uno spettacolo teatrale, a cura di una compagnia di attori appositamente invitata.
“In questo periodo abbiamo proposto varie rappresentazioni teatrali e abbiamo verificato che i bimbi le apprezzano moltissimo – dice Erika Trapletti, presidente dell’Associazione Genitori – Sono sempre emozionati ed entusiasti, quando si siedono in platea ed attendono l’apertura del sipario”.
L’appuntamento è all’auditorium comunale, l’ingresso è libero e sono invitati a partecipare (ovviamente in maschera) i bambini e le bambine delle scuole dell’infanzia e primaria, accompagnati da mamme e papà, nonne e nonni. A seguire, si terranno le premiazioni ad alcune mascherine speciali.
Il Carnevale, insomma, sembra proprio avere un grande fascino, perchè ci richiama alla mente il più bello dei giochi dell’infanzia: “Facciamo finta che…”. Il segreto dell’intramontabile successo di questa festa, in fondo, sta proprio qui: per qualche giorno si può far finta di essere ciò che sogniamo, che sia un supereroe, una principessa o chissà che altro. E questo, dopotutto, non smette mai di piacere, nemmeno ai più grandi. É solo uno scherzo, certo, ma si sa: “a Carnevale, ogni scherzo vale”.

Lorenzo Bonomelli