Che emozione vivere il “ Ciao Gesù”

Caro diario, l

o sai che prima di Natale abbiamo vissuto il “Ciao Gesù?”

Ti chiederai: cos’è il “Ciao Gesù?”

Il 2013 è stato l’anno delle missioni nella Parrocchia di Albino e i nostri frati, per festeggiare l’evento, ci hanno fatto pregare in modo divertente con canti e balli! Per 15 giorni, prima di andare in classe, entravamo nella chiesetta della scuola; inizialmente ripassavamo i concetti del giorno prima, poi dovevamo suggerire parole positive, d’amore che cominciavano con la lettera che fra Riccardo ci proponeva, infine cantavamo e ballavamo. Al termine salivamo in classe dove le maestre ci consegnavano la vignetta adesiva con la lettera e la parola della mattinata da attaccare su un squadernino: insomma piano, piano abbiamo costruito l’alfabeto della vita cristiana: A come amore, B come bontà; C come comandamenti ecc. In queste due settimane i nostri frati ci hanno anche fatto dei regalini: la collanina con il ciondolo TAO, e un braccialetto con i santi e dei papi, molto bello e moderno!!

Fra Riccardo ci ha anche raccontato delle storie molto belle per farci capire meglio il significato delle parole più importanti! Che bello!!! Alla fine poi, ballavamo e cantavamo una canzone! C’erano anche le maestre che ridevano, cantavano e ballavano, e non ci crederai, anche i papà e le mamme piano, piano hanno, iniziato a partecipare q questo momento di gioia. Negli ultimi giorni la nostra chiesa era davvero piena!!!

L’ultimo giorno del “Ciao Gesù” abbiamo fatto colazione insieme ai frati. Le mamme ci hanno servito torte, biscotti e the caldo. All’inizio noi pensavamo che questa attività fosse una cosa noiosa, come la Messa, invece poi abbiamo capito che era l’esatto contrario e ci siamo tanto divertiti! Questo “Ciao Gesù” ci è piaciuto proprio tanto perché ci ha dato un po’ di buonumore prima di iniziare la scuola. Ah, non solo buonumore, ma anche bontà!!!

 

Francesco Carrara e Chiara Piccinini, Suola S.Anna