Che successo la serata il bungee-jumping in oratorio!

All’ombra del campanile? No, all’altezza del campanile. Così sarebbe da dire per spiegare dove si è svolto domenica 1° settembre il rush finale della “Festa dell’Oratorio” di Albino. Infatti, i riflettori degli organizzatori erano tutti puntati, per tutto il pomeriggio e la sera, fino anche a mezzanotte, ai 70 metri di altezza del campanile della parrocchia di San Giuliano, da dove, per mezzo di una potente gru con braccio estensibile, si sono lanciati da una piccola piattaforma alcuni coraggiosi jumper, che si sono cimentati nella prova di bungee-jumping, allestita proprio dai giovani dell’oratorio.

“E’ la ciliegina sulla torta di una festa che ogni anno attira migliaia di persone – ha spiegato Jacopo Acerbis – A fine agosto, in Val Seriana, l’Oratorio “Giovanni XXIII” di Albino offre sempre attrazioni di forte richiamo, proprio per coinvolgere tanti giovani, tante famiglie, in un “contenitore” di musica, teatro, cinema, buona cucina. E, per tutti gli sportivi, anche discipline interessanti, di nuova generazione, come il bungee jumping. Con pochi soldi si è potuto provare l’ebbrezza di un lancio a testa in giù da 70 metri, legati con una corda elastica fissata alle caviglie. In tutta sicurezza”.

Grande la gioia del gruppo che ha organizzato l’evento sportivo, insolito per Albino e per la stessa provincia di Bergamo. Ma grande gioia anche per il successo ottenuto dal bar-ristoro allestito dagli stessi giovani all’aperto, realizzando aperitivi, cocktail fino a notte fonda. “Siamo felici per come è andata la giornata e, in particolare, la serata – ha continuato Jacopo Acerbis – Ovviamente, il nostro impegno era disinteressato, assolutamente volontario: così, tutto l’incasso è stato destinato all’oratorio di Albino, per le sue molteplici attività.”

Da segnalare, più in generale, il successo dell’intera festa dell’Oratorio, in particolare durante le serate dove schizzava nell’aria i decibel della musica. Musica rock, con tre gruppi giovanili locali sul palco: “Another thing Josephine”, “Minosse sexy club” e “Ostello Dossello”. E magia rock con i “Blascover”, band-tribute di Vasco Rossi.

 

PiTi