A Trescore Balneario, il teatro “atterra” in luoghi insoliti, per farsi conoscere e attirare nuove platee di pubblico. Merito di “ET Extra Teatro”, una rassegna teatrale promossa dall’assessorato alla Cultura e dalla compagnia “Qui e Ora Residenza Teatrale”, all’interno del progetto “Coltivare Cultura”, con il sostegno di Fondazione Cariplo, il contributo del Comune di Trescore, il patrocinio del Comitato inValCavallina e del Comune di San Paolo d’Argone in collaborazione con il GAS La Terra e La Piazza. Dunque, teatro nei luoghi del vivere quotidiano, ma anche residenze private e location artistiche, che per l’occasione diventano palcoscenico privilegiato, dove fare teatro.
Questa 2^ edizione della rassegna si terrà dall’8 giugno al 27 luglio, con un appuntamento anche nel Chiostro del Monastero di San Paolo d’Argon.
Una rassegna, però, non fine a se stessa, ma inserita in un progetto, quello appunto di “Coltivare Cultura”, per un avvicinamento di nuovo pubblico alla cultura. La cultura per fare comunità. Una cultura e un teatro che parlano al cuore delle persone, tramite atti semplici e totali, che offrono visioni e punti di vista particolari. Una cultura che costruisce incontri, vive nel tessuto profondo della comunità che la accoglie, invade il territorio, abita le case e la vita quotidiana, stringe relazioni con le persone e le loro storie. Una cultura fatta di cibo e storie, fatta di memorie e incursioni nel contemporaneo, una cultura viva, che impatta con le persone e si nutre dei loro desideri e bisogni, per restituire momenti di piacere condiviso, di commensalità, di socialità. Per fare dello spazio culturale una casa comune.
Le serate teatrali, infatti, saranno accompagnate da un aperitivo, offerto in collaborazione con l’associazione Il Mercato e La Piazza e i ristoratori locali.
Cinque gli appuntamenti in cartellone. Giovedì 8 giugno, alle 21, presso Villa Redona, dopo l’aperitivo, il gruppo “Animanera” di Milano presenta “Fine Famiglia”, con Matteo Barbè, Natascia Curci, Nicola Stravalaci, Debora Zuin. Opera di Magdalena Barile, per la regia di Aldo Cassano. Assistente regia e musiche Antonio Spitaleri. Quindi, si passa a giovedì 22 giugno, alle 20.30, presso l’agriturismo “Molino dei Frati”: cena e spettacolo teatrale con “Qui e Ora Residenza Teatrale” che propone “Saga Salsa”, con Francesca Albanese, Silvia Baldini, Laura Valli. La regia è di Aldo Cassano; dramaturg è Silvia Baldini; consulente musicale è Francesco Picce; e i costumi sono di Erica Sessa.
Terzo appuntamento mercoledì 28 giugno, alle 21, in un’abitazione privata del paese: aperitivo e spettacolo teatrale con “La Casa degli Alfieri”, che mette in scena “Groppi d’amore nella scuraglia” di Tiziano Scarpa, con Emanuele Arrigazzi; le musiche sono di Andrea Negruzzo.
Penultimo spettacolo, martedì 11 luglio, alle 21, presso il Chiostro del monastero benedettino di San Paolo d’Argon, dove, dopo l’aperitivo, il gruppo “PEM Habitat Teatrali” presenta “Caino Royale, opera di Domenico Ferrari, Alessandro Pozzetti e Rita Pelusio, in collaborazione con Riccardo Piferi. Uno spettacolo di livello, che è risultato vincitore della 4^ edizione de “I Teatri del Sacro”.
Sul palco Andrea Bochicchio e Giovanni Longhin. La regia è di Rita Pelusio.
Ed eccoci al gran finale. L’ultimo spettacolo è in locandina giovedì 27 luglio, alle 21, presso le “Fattorie Suardi”. Dopo il consueto aperitivo, il gruppo teatrale “Nina’s Drag Queens” presenta “Vedi alla voce Alma” di e con Lorenzo Piccolo. La regia vede impegnato Alessio Calciolari. Gli elementi di scena e i costumi sono di Rosa Mariotti; disegno e realizzazione luci Andrea Violato; tutor Daria Deflorian.

Ti.Pi.