È sempre un momento importante e atteso durante lo svolgimento della festa la premiazione del Pensionato dell’anno. Un premio istituito nel 2002 dal Direttivo del Centro Sociale Pensionati e Anziani e quindi quest’anno, alla sua 17a Edizione,
Il premio è stato assegnato a Vincenzo Carminati con la seguente motivazione; Per il suo lungo impegno vicino agli ammalati nell’Unitalsi, donatore di sangue con riconoscimento di medaglia d’oro, tra i volontari ANTEAS e del gruppo del presepe, attento alle necessità della parrocchia e della comunità.
Il Direttivo del Centro Sociale Pensionati e la Comunità gli sono grati e lo ringraziano.
Vincenzo Carminati è persona molto conosciuta nella nostra Comunità ma non solo e molte sono le attestazioni ricevute per questo suo riconoscimento. La consegna del premio si è svolta con la lettura della pergamena da parte del Parroco Don Alfio e quindi la consegna da parte del Vice Sindaco Dott. Daniele Esposito che hanno avuto parole di apprezzamento verso il premiato.
Si archivia così felicemente anche quest’anno la festa annuale come avviene da più di cinquanta anni. Un appuntamento che nel tempo è diventata una bella tradizione iniziata dai nostri padri in tempi certamente diversi, quando la povertà non consentiva la possibilità di trovarsi se non in particolari occasioni di eventi comunitari o famigliari.
Erano allora gli anni in cui lasciato alle spalle il triste periodo della guerra e l’inizio di una trasformazione sociale da società contadina a società artigianale e industriale.
Una società povera ma in pieno fermento lavorativo e costruttivo, sia sotto l’aspetto abitativo sia della ricostruzione dei rapporti sociali e civili per costruire e rafforzare socialità e vincoli di amicizia.
È quindi mantenendo fede a quei valori che pensiamo molto utile e bello mantenere viva questa bella e sentita festa.
La partecipazione quest’anno è andata oltre le previsione tanto da destare preoccupazione per poter accogliere tutti quanti. Veramente una bella soddisfazione per noi organizzatori sia per questa notevole partecipazione che per l’allegria e il clima di amicizia vissuta durante tutta la giornata.
L’appuntamento in chiesa per la Messa solenne della Comunità con la celebrazione di due Battesimi è stata occasione propizia ben evidenziata dal nostro Parroco Don Alfio, di un appuntamento incontro tra la prima e la terza generazione. Questi due bambini che accompagnati dai loro genitori nonni e parenti viene presentata alla comunità per essere accolta e diventare parte del popolo di Dio. Un evento importante per loro ma anche per tutti i presenti e noi anziani per sentirci impegnati a trasmettere i valori del vivere sociale e cristiano alle nuove generazioni.
Veramente belle e toccanti sono state le riflessioni sviluppate da Don Alfio durante l’omelia e per tutta la celebrazione e per questo ma anche per tutte le attenzioni e il suo prezioso impegno dentro la nostra comunità lo ringraziamo di cuore.
Come ogni anno sono molte e sempre di più le persone che il Direttivo sente il bisogno e il dovere di ringraziare per il buon esito e lo svolgimento della festa.
Dopo aver ringraziato il Parroco, ringraziamo Mons. Ermenegildo Camozzi per aver preso parte alla concelebrazione e poi in compagnia alla festa, ringraziamo Don Marco Martinelli che quest’anno ha festeggiato il suo 35* di Ordinazione sacerdotale che ci ha raggiunti e fatto compagnia al pranzo conviviale, uniamo un grazie al Maestro Suagher che con la sua musica rende belle le nostre celebrazioni.
Doveroso il ringraziamento e sempre apprezzata la presenza delle autorità, nelle persone del Vice Sindaco Dott. Daniele Esposito, del Presidente Provinciale dell’associazione ANTEAS Sig, Giuseppe Della Chiesa, del Segretario Provinciale dei pesionati CISL Sig. Onesto Recanati, e del Presidente della Fondazione Honegger Sig. Tiziano Vedovati.
Ringraziamo inoltre per la loro presenza i Consiglieri Comunali Dott. Gerry Gualini e Gianmario Luiselli, Giuseppe Noris responsabile CISL di Albino, il nostro grazie al nostro fotografo Angelo Noris, a Enrico Pirotta e a tutto il gruppo Bar dell’oratorio, a tutti i commercianti e aziende che ci hanno fatto doni per la lotteria. Per concludere con un apprezzatizzimo e corale ringraziamento a Paolo Noris cuoco per l’occasione e a tutti i suoi collaboratori e collaboratrici compresi i giovani al servizio tavoli per l’elegante e specialissimo pranzo.
Un grazie di cuore a tutti.
Per il Direttivo, Pietro Noris