Ben 138 anni di storia per il Complesso Bandistico di Albino (anno di fondazione 1883). Ebbene, il 2020 è stato senza ombra di dubbio un periodo alquanto difficile, paragonabile probabilmente solo a quello relativo al fermo delle attività connesso alle due guerre mondiali.
La situazione sanitaria 2020, legata all’emergenza sanitaria da Covid-19 ha impedito al gruppo musicale di svolgere le sue regolari attività bandistiche. Per esempio, l’anno scolastico 2019/2020 della “Scuola allievi e Junior band” si è dovuto interrompere per arginare la diffusione del virus; e il complesso bandistico, poi, ha interrotto le prove di quello che era già abbozzato come concerto estivo. Si pensi che il complesso ha ripreso le prove di quello che doveva essere il concerto natalizio nel periodo settembre–ottobre, poi nuovamente interrotte per il riacutizzarsi della pandemia. Ma, nonostante le numerose restrizioni, il complesso non ha fatto svanire l’opportunità di proporsi alla cittadinanza, allorquando si sono rese possibili le condizioni, con il chiaro obiettivo di dare speranza e recare un po’ di sollievo, mediante un “segno musicale”.
“La nostra uscita nel periodo natalizio ha ricevuto forti apprezzamenti da parte della comunità albinese – sottolinea il Consiglio Direttivo del Complesso Bandistico di Albino – Per esempio, concerto all’ingresso della Fondazione Honegger RSA; passaggio e sosta per le vie del paese; pubblicazione sui social dei brani natalizi, assemblati dopo che i singoli strumentisti hanno suonato e registrato le singole parti, fino a formare e produrre un collage musicale. Questo è la testimonianza che non dobbiamo arrenderci, anzi dobbiamo pensare al futuro con fiducia, programmando nuovi progetti per le manifestazioni e le attività future”.
“Con tenacia, sfidando il pessimismo di molti, e grazie alla tecnologia, abbiamo iniziato le lezioni in modalità online dell’anno scolastico 2020/2021 della scuola allievi – continua i Consiglio Direttivo – E, nonostante l’ormai certa rinuncia per il 2021 del classico “concerto estivo” (la causa è l’impossibilità di supportarlo con le necessarie prove, in quanto permane il divieto di assembramenti), grazie al nostro direttore, il Maestro Peter Zani, stiamo già pianificando i preparativi per il concerto natalizio 2021, sicuri che rappresenterà l’inizio di quella desiderata normalità che tutti da tempo auspichiamo.
Purtroppo, questo triste periodo di restrizioni ha causato non pochi problemi organizzativi ed economici al sodalizio, ma grazie alla volontà e al sostegno di tutti i componenti del Complesso Bandistico di Albino (tutti i componenti prestano la loro collaborazione a titolo gratuito!), come pure dei tanti amici sostenitori, siamo fiduciosi sugli scenari che si profileranno in avvenire”.
“Un pensiero va a tutti gli albinesi che, a causa del Covid-19, sono mancati in quest’ultimo anno – afferma il presidente del Complesso Bandistico di Albino Giuseppe Usubelli – Purtroppo, tutti noi abbiamo perso parenti, amici o conoscenti (un ricordo particolare al “nostro” Battista, figura storica e di rilievo del Complesso Bandistico). Ciò nonostante, siamo speranzosi di incontrare quanto prima il nostro pubblico, appassionati e sostenitori. Auguriamo a tutti gli albinesi un futuro sereno e prospero: W la banda, W la musica”.

T.P.