Volontariato e solidarietà: queste le parole d’ordine che guidano l’AUSER di Cene, una delle realtà più attive e dinamiche nel panorama associativo della Val Seriana, che ha sede presso il Centro Diurno Anziani “Ermenegilda Poli”, sito in via Bellora, e ha come presidente Sergio Vitalba. Un sodalizio dal forte spessore sociale, che punta a promuovere azioni e “buone pratiche” di coinvolgimento degli anziani, evitando il loro isolamento e cercando di aiutarli, affinché possano svolgere ancora un ruolo attivo per se stessi, la comunità e la famiglia. Fra le tante iniziative che rendono concreti i valori fondanti dell’AUSER di Cene, c’è il servizio di accompagnamento per le persone anziane che necessitano di terapie o visite mediche, preso cliniche, ospedali o laboratori, e che non hanno la possibilità di raggiungere le strutture sanitarie con mezzi propri. Ecco, allora, che l’AUSER di Cene interviene con i suoi mezzi, offrendo un importante servizio alla comunità.
Proprio lo scorso dicembre, lo staff direttivo dell’AUSER di Cene ha reso noto il bilancio del servizio di trasporto 2018, che ha visto impegnati i soci volontari Delia Coter, Angelo Cassera e Maurizio Mazzola, i quali, sotto la direzione del presidente Sergio Vitalba e la collaborazione del vice-presidente Michele Ferraiuolo, hanno prestato un “servizio” di volontariato per circa 250 ore. Un grande risultato, che è il frutto anche della collaborazione con l’amministrazione comunale, nelle persone del sindaco Giorgio Valoti, dell’assessore ai Servizi Sociali Norma Noris e dell’assistente sociale del Comune di Cene, che hanno appoggiato in modo fattivo il servizio.
“La campagna di sensibilizzazione di questo servizio di volontariato, rivolata alla comunità cenese, ha colpito nel segno – spiega il vice-presidente dell’AUSER di Cene Michele Ferraiuolo – La distribuzione di locandine informative in numerosi punti del territorio, a cura di Pier Santo Capitanio, ha dato un risultato molto soddisfacente; e sicuramente l’iniziativa proseguirà”.
Sempre a dicembre, l’associazione ha voluto porgere alla comunità cenese gli auguri per le festività natalizie, mediante un “Concerto di Natale”, svoltosi nella chiesa parrocchiale di San Zenone, grazie alla disponibilità del parroco don Guido Sibella. Impegnati ben due cori: il coro “Terza Università” di Bergamo e il coro “La Polifonica” di Albino, diretti dal maestro Laura Saccomandi e accompagnati al piano dal maestro Adriano Norbis.
“Il concerto è stato particolarmente apprezzato e gradito – continua il vice-presidente Ferraiuolo – Ragion per cui, abbiamo pensato di far diventare il “Concerto di Natale” un appuntamento fisso, inserito stabilmente nel programma natalizio di Cene”.
A margine del concerto, è stata presentata l’attività dell’AUSER di Cene per il 2019. Oltre al servizio di trasporto anziani, anche altre iniziative solidali, a vantaggio della comunità, come spettacoli teatarli, visite guidate, gite sociali; in particolare, in collaborazione con la Comunità Montana Valle Seriana, il servizio di guardiania al Parco Paleontologico di Cene durante il periodo estivo (da giugno a settembre).
“Per rendere più funzionali queste attività serve un maggior numero di volontari – prosegue Michele Ferraiuolo – Pertanto, è necessario implementare l’organico dei volontari: chi ha voglia di offrire parte del proprio tempo libero, può contattare la segreteria dell’associazione: Delia Coter Rocca (348.8201363), Maurizio Mazzola (347.1477323), Angelo Cassera (366.9308060)”.

T.P.