Concorso nazionale per cori liturgici “Daniele Maffeis”

Liturgia e arte musicale: un connubio imprescindibile. Dopo un periodo di riflessione, l’Associazione “Daniele Maffeis” vuole riprendere il cammino avviato con le precedenti edizioni del Concorso Regionale “Daniele Maffeis”, allora riservato ai cori liturgici parrocchiali di area lombarda. La prossima edizione, invece, in programma il 25 e 26 ottobre 2014, sarà per la prima volta su scala nazionale, con obiettivi che puntano in modo ancora più chiaro all’imprescindibile e primigenio connubio fra musica e liturgia.

 

In cabina di regia l’Associazione Musicale “Maffeis” che, per questa 7^ edizione del concorso, a carattere biennale, aperto a livello nazionale, si avvale della collaborazione del PIAMS (Pontificio Istituto Ambrosiano di Musica Sacra) di Milano e dell’A.I.S.C. (Associazione Italiana Santa Cecilia) per la Musica Sacra di Roma, nonché del Comune di Gazzaniga, dell’USCI di Bergamo e dell’Editrice Carrara.

Il rinnovato concorso, che si configura come un incontro fra cori che svolgono un servizio alla liturgia della chiesa, si prefigge tre obiettivi. Innanzitutto, riaffermare la centralità del canto gregoriano, in obbedienza alle indicazioni del Concilio Vaticano II (“La Chiesa riconosce il canto gregoriano come canto proprio della liturgia romana: perciò, nelle azioni liturgiche, a parità di condizioni, gli si riservi il posto principale” (Sacrosanctum Concilium, n° 116). La riscoperta delle sue radici profonde è modello e garanzia per il futuro della musica liturgica, a custodia del grande patrimonio del passato e sempre in cammino alla ricerca di nuove forme degne del servizio al Culto Divino. In seconda battuta, diffondere e valorizzare l’opera del maestro gazzanighese Daniele Maffeis (1901-1966), umile quanto raffinato compositore e docente, e della sua imponente produzione che, in questi anni, l’associazione ha provveduto a far stampare per i tipi dell’Editrice Carrara. Infine, il concorso vuole fungere da stimolo per una crescita qualitativa dei cori che prestano servizio liturgico.

Chiaro il regolamento. Il concorso è aperto ai soli cori che svolgono il servizio musicale nell’ambito delle celebrazioni liturgiche. A tal proposito, è richiesta un’attestazione del sacerdote referente.

Ogni coro dovrà predisporre un programma con il “proprium” di una Messa di qualunque tempo liturgico, secondo il seguente schema: Introito, in canto gregoriano dal Graduale Triplex (edizione Solesmes 1979) relativo alla festività scelta (in alternativa, è possibile eseguire un’antifona (anch’essa pertinente con la festività scelta), tolta dal Graduale Simplex dell’edizione Vaticana); Salmo responsoriale, proprio in lingua italiana, di libera composizione, secondo il testo del Lezionario e relativo alla festività scelta (Ritornello assembleare e versetti solistici); Alleluia di autore libero, con eventuale versetto proprio; offertorio; Communio. Inoltre, è d’obbligo l’esecuzione di un brano di Daniele Maffeis, da scegliere tra i seguenti: Agnus Dei, tratto dalla “Messa Mariae Nascenti”, a 3 voci miste e organo; O Salutaris Hostia, mottetto a 2 voci pari e organo.

La giuria, molto qualificata, è composta dai maestri Fulvio Rampi (Presidente), don Gianluigi Rusconi e Paola Versetti.

Come detto, il concorso si svolgerà nei giorni di sabato 25 e domenica 26 ottobre, presso la Chiesa Parrocchiale di Gazzaniga, in due sessioni pomeridiane e due sessioni serali, secondo i seguenti orari. Sabato 25 ottobre, in mattinata, prove in chiesa parrocchiale a richiesta dei cori; dalle 14 alle 17 e dalle 20 alle 23, svolgimento del concorso. Domenica 26 ottobre, in mattinata, incontro e discussione su problemi e prospettive del canto liturgico; dalle 14 alle 17 e dalle 19 alle 22, svolgimento del concorso; a seguire, i risultati del concorso e le premiazione.

I cori potranno presentare brani a cappella o con accompagnamento d’organo, in questo caso è obbligatorio l’utilizzo dell’organo “Serassi” a due tastiere e a trasmissione meccanica collocato in presbiterio. E’ possibile far uso anche di altri strumenti musicali previsti dalla partitura. Non sono ammessi adattamenti alla partitura originale e non sono ammesse basi musicali. Il tempo massimo complessivo dell’esecuzione non dovrà superare i 20 minuti, comprese le pause.

Ricco il montepremi. Ai primi tre cori classificati sarà riconosciuto un premio di 1.000 euro (primo classificato), 700 euro (secondo classificato); 400 euro (terzo classificato). A tutti i cori verrà consegnato un attestato di partecipazione.

Previsti altri premi. Il premio “Edizioni Carrara” sarà riservato al coro che proporrà la migliore esecuzione del brano d’obbligo di Daniele Maffeis. Il premio consiste in una targa, un abbonamento alla rivista “Celebriamo” e in volumi di musica corale e organistica della produzione artistica di Daniele Maffeis. Il premio “USCI Regione Lombardia”, invece, sarà riservato al coro che proporrà la migliore esecuzione del brano gregoriano.

 

Sara Nicoli

 

BOX

CHI E’ DANIELE MAFFEIS

Daniele Maffeis nasce a Gazzaniga il 1° agosto 1901. Studia all’Istituto Musicale “Gaetano Donizetti” prima e al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano poi, conseguendo i diplomi di pianoforte, organo e composizione organistica e composizione superiore.

Valente esecutore e concertista d’organo, suo strumento preferito, è organista in Santa Maria Maggiore a Bergamo, quindi in Duomo a Milano, ad Abbiategrasso, Gorgonzola ed infine ancora a Milano nella Basilica di S.Satiro. Insegnante presso le scuole musicali di Varese e Busto Arsizio, al Seminario milanese di Venegono, alla Scuola Beato Angelico di Milano e all’Istituto Musicale “Gaetano Donizetti” di Bergamo. Inoltre, è Accademico all’Ateneo di Scienze, Lettere ed Arti di Bergamo per la sua attività musicale.

Muore a Gazzaniga il 10 febbraio 1966, lasciando un cospicuo patrimonio di composizioni musicali per organo, pianoforte, di musica cameristica, sacra, Messe, opere liriche, operette e lavori orchestrali.

S.N.