Coppa del mondo “Master” di sci a Gian Mauro Piantoni

Piantoni show. In una escalation che non ha avuto soste o cali di tensione, il portacolori dello Sci Club Orezzo Gian Mauro Piantoni è salito sul gradino più alto del podio nella Coppa del Mondo “Master” di sci, conquistando la sua prima “coppa di cristallo”. Un grande risultato, veramente eccezionale, che giunge al termine di una stagione sportiva i cui ha letteralmente dominato il lotto dei concorrenti, sbaragliandoli a più riprese, conquistando due argenti e un bronzo mondiali. E, ciliegina, sulla torta, conquista dell’ambito trofeo proprio all’ultima gara, quella decisiva, che ha avuto come palcoscenico le poste del Sestriere, in Val di Susa.

Per Gian Mauro Piantoni è il felice coronamento di una stagione super, ma anche il giusto tributo ad una carriera superlativa, che già lo aveva qualificato nel 2011, ad Andorra, con la conquista del titolo mondiale “Master” assoluto di slalom.

Residente a Casnigo, dove lavora nella locale Plastitalia Engineering, Gian Mauro Piantoni ha 38 anni ed è sposato con Patrizia Spampati, sua compagna di vita, ma anche di squadra. Lo sci è la sua passione da quando era piccolo, tanto che si può dire che scia da 35 anni! E mediamente scia 70 giorni all’anno.

A livello dirigenziale, è vice-presidente dello Sci Club Orezzo.

La sua “carriera” inizia sulle piste di Zambla, quando era ancora piccolino, complice la disponibilità di papà Berto e mamma Daniella, ma è nella categoria “cuccioli 2° anno”, con l’allenatore Aldo Ghislandi, che inizia a fare le prime gare.

“Amo tantissimo lo sci, è la passione della mia vita – spiega Gian Mauro Piantoni – Come tutte le persone che praticano questo sport, il mio sogno era quello di far parte della squadra nazionale, nella disciplina che preferisco, cioè lo slalom. Ma è stata dura, e adesso mi sto prendendo delle elle soddisfazioni. Mediamente faccio 45 gare all’anno, non importa dove, basta che ci sia una gara. La competizione e il mio pane quotidiano. Il mio sciatore preferito è Alberto Tomba. Il risultato che mi ha dato la maggiore soddisfazione personale è stato il titolo mondiale “Master” di slalom, ad Andorra. Ma ho vinto anche quattro volte il circuito di gare della “SKI RACE CUP”, e quest’anno, ai campionati italiani master sono arrivato primo di categoria in slalom e secondo di categoria in slalom gigante. Inoltre, ai campionati regionali senior, ho vinto lo slalom speciale e lo slalom gigante e sono arrivato secondo in superG”.

Una passione travolgente, che porta Gian Mauro Piantoni ad allenarsi in modo sistematico.

“Generalmente, durante l’estate faccio sport alternativi di ogni genere, soprattutto ciclismo, con il mio amico Walter – sottolinea l’atleta di Casnigo – Inizio a sciare all’incirca quando aprono le piste del ghiacciaio del Presena, ai primi di novembre e chiudo la stagione a meta aprile. Durante l’inverno organizzo delle serate di allenamento al Monte Pora o a Lizzola; nel periodo di Natale, poi, sono fisso nel comprensorio dell’Adamelloski; e mi alleno principalmente con l’allenatore Luca Conti, mente nella preparazione atletica mi segue Gianpi Mutti”.

Le vittorie e le performance di Piantoni si devono anche ad una cura dei materiali: Blizzard, Odd, Briko, Tecnica, e via dicendo.

T.P.