“Coppa del mondo master” per “cannibal” Anna Fabretto

E’ con il segno più la stagione sciistica della “veteran” Anna Fabretto Martinelli, portacolori del gruppo sportivo “Abele Marinelli” di Comenduno. La simpatica, e sempre sorridente sciatrice “oldstar” ha messo in bacheca l’alloro più prestigioso, coronando così una carriera sfavillante di ori, argenti e bronzi, conquistati sulle piste di mezzo mondo, fra paletti stretti e altri più “ruotanti”. Il 5 e 6 aprile scorso, sulle immacolate nevi del Sestriere, in Val di Susa, la mitica Anna Fabretto ha visto la Coppa del Mondo Master. Un risultato fantastico, frutto di una tenacia e di una determinazione che la dice lunga sulla bravura della “senatrice” dello sci “made in Bergamo” che, proprio vincendo la tappa piemontese, è riuscita sul filo di lana a superare la leader provvisoria della classifica della classe C9, la veloce austriaca Edith Gallop, tanto da ribaltare, finalmente a suo favore, il risultato della passata edizione 2012.

E’ sua la sfera di cristallo dello “Sci Master”. Finalmente, il podio più alto, quello iridato. Dopo tanti grandi piazzamenti, con svariate medaglie d’argento e di bronzo nel corso degli anni (una cinquantina), Anna Fabretto si aggiudica la tanto sospirata vittoria “storica”, con una medaglia d’oro che porta lustro e fierezza a tutto lo “Sci Club A.Marinelli”, ma anche a tutto il gruppo sportivo in generale.

In verità, Anna Fabretto in questa stagione 2012-13 ha fatto razzia di titoli e medaglie. Non solo si è aggiudicata la tanto sospirata Coppa del Mondo (FIS Master Cup) al Sestrière, ma ha conquistato numerose medaglie anche ai Mondiali di Megève (World Criterium Master), in Alta Savoia, in Francia: argento in slalom speciale, argento in superGigante e bronzo nello slalom gigante. Ma per “cannibal” Anna Fabretto non è bastata questa ricchezza di trofei. Tanto per gradire e per mettere la classica ciliegina sulla torta, Anna Fabretto ha pensato bene di andare in Toscana, sulle piste dell’Abetone e portarsi a casa anche la Coppa Italia Master. Una stagione da incorniciare, non c’è che dire.

Da tutta la città di Albino i più orgogliosi complimenti ad Anna Fabretto Martinelli per un grane risultato sportivo, che porta alla ribalta nazionale ed internazionale, non solo la sua persona, la sua grinta e la sua voglia di non mollare mai, ma porta agli onori delle cronache tutto il gruppo sportivo “A.Marinelli” e, più in generale, lo sport albinese e la città di Albino.

 

Luisa Pezzotta