Corso sulle erbe spontanee commestibili

Un percorso per imparare a conoscere e riconoscere alcune delle erbe spontanee più comuni, indagandone gli impieghi nella storia e nella tradizione locale, ma soprattutto l’uso gastronomico e l’impiego fitoterapico. Non tutte le “erbacce”, infatti, sono da buttare: alcune erbe dette “infestanti” (topinambur, ortica,…) si possono utilizzare come altre erbe spontanee in cucina, per preparare piatti gustosi e insoliti, per salutari tisane o per bagni benefici, per preparazioni erboristiche, l’importante è saperle riconoscere. Ebbene, l’associazione culturale “Paneamaro” di Fiobbio”, propone un corso sulle erbe spontanee commestibili, un universo composito e poco noto, ma che fino a pochi decenni fa era la “dispensa verde” dei nostri nonni. In programma, due incontri teorici, che si svolgeranno nelle serate di mercoledì 20 aprile e 27 aprile, dalle 20.30 alle 22.30, presso la sede dell’associazione, in via San Benedetto 13, a Fiobbio. Le lezioni saranno tenute dall’agronomo Dott.ssa Marilisa Molinari. Verranno proiettate le immagini delle erbe spontanee più comuni, spiegate le loro proprietà e gli impieghi pratici di ciascuna, introducendo le preparazioni tradizionali più adatte ad ogni erba.

 

Ai partecipanti verrà fornito materiale didattico e il libretto sulle erbe

Quindi, a conclusione della sessione teorica, un’uscita sul territorio, in Valle del Lujo, in programma domenica 1° maggio. In pratica, una “passeggiata verde”, durante la quale i corsisti percorreranno la valle alla ricerca di erbe spontanee: spinacio selvatico (“parùch”), ortica, piantaggine, cicoria, aglio orsino, erba cipollina, asparago selvatico, tarassaco. E tante altre erbe spontanee. Al termine, un rinfresco di prodotti a base di erbe selvatiche.

Per informazioni: Marilisa 338.9927223 – Mirca 348.5475417 – Maria Rosa 340.7014255