Corteo dei Re Magi

Magica Epifania, a Casale di Albino, in Valle del Lujo. Martedì 6 gennaio, infatti, il piccolo borgo posto a poche centinaia di metri dal Passo del Colle Gallo, festeggia l’Epifania, la ricorrenza che – come recita da sempre la voce popolare – “tutte le feste porta via”, chiudendo, infatti, le tante festività natalizie e…aprendo le porte delle scuole che, di lì a poche ore, riapriranno i battenti, per la “gioia” dei ragazzi.

 

Ma a Casale l’Epifania è una festa tutta particolare, non tanto perché riesce a muovere e coinvolgere tutta la comunità, rappresentata dai volontari della Parrocchia del Sacro Cuore, dal Gruppo Giovani e dai volontari del Gruppo Culturale Amici di Casale, quanto perché si manifesta con una originalità di proposta, molto interessante e coinvolgente, che punta, oltre che sui temi proprie della liturgia, sul tema del dono e della solidarietà alle nuove povertà.

Come è ormai tradizione, infatti, alle 10.30, prima della S.Messa, è in programma una rappresentazione in costume, con la formazione di un corteo di pastorelli, contadini e angioletti che, partendo dalla “Fontana Vecchia”, posta all’ingresso della frazione, capolinea degli autobus della SAB, seguirà i Re Magi, con tanto di musici e suonatori di baghèt, verso la chiesa parrocchiale del Sacro Cuore. “In questo senso – spiegano gli organizzatori – abbiamo voluto recuperare la tradizione del viaggio, quello compiuto dai Re Magi, che giungono proprio nella notte fra il 5 e il 6 gennaio, davanti alla capanna di Betlemme, portando doni preziosi. Ma anche recuperare il senso del donare, del dare senza tornaconto”.

Dopo il variopinto corteo, alle 11, poi, S.Messa comunitaria, presieduta dal parroco don Claudio Federici e animata dalla corale parrocchiale e dal Gruppo Missionario.

 

Giuseppe Carrara