Tutto è partito dai volontari di “Albino in Transizione” che, ad agosto, durante la festa di “Mercato & Cittadinanza”, hanno lanciato l’iniziativa di un laboratorio di uncinetto e maglia, a cui hanno partecipato adulti, ragazzi e bambini di entrambi i sessi; l’idea era quella di continuare a settembre con incontri dedicati a queste lavorazioni. In quell’occasione, poi, si è presentato il progetto dell’associazione “VivaVittoria” di Bergamo, dal titolo “Una maxi-coperta su Piazza Vecchia”, un’opera condivisa, frutto di tante persone, formata da tanti quadrati a maglia o all’uncinetto che, messi insieme produrranno proprio una “maxi-coperta”, che andrà a coprire tutta Piazza Vecchia, in Città Alta, a Bergamo, il 23 e 24 novembre, in occasione della “Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne”.
A seguire, nello spazio del “Mercato agricolo e non solo”, svoltosi lo scorso 7 settembre, l’associazione “Albino in Transizione” ha allestito un banchetto, dove si è raccolto l’interesse di molte persone, che hanno chiesto informazioni in merito al progetto.
“Anche se per pochi minuti, molte persone si sono avvicinate al nostro stand e hanno chiesto chiarimenti sul progetto di “VivaVittoria” – spiega Valentina Martinelli di “Albino in Transizione” – E, in breve, la macchina organizzativa si è messa in moto. Per esempio, è stato naturale accogliere l’offerta di spazi da parte della Biblioteca Comunale, per unire le forze verso questo obiettivo comune: sostenere il progetto di “VivaVittoria”, per sensibilizzare sul problema della violenza contro le donne e a favore del centro antiviolenza “Aiuto Donna” di Bergamo. Così, tutti i giovedì sera, dalle 20.30 alle 22, chiunque può venire in Biblioteca e lavorare a maglia o all’uncinetto con noi”. Per la cronaca, accompagna gli incontri in Biblioteca la lettura ad alta voce del libro “L’amore è un Dio” di Eva Cantarella.
“Fra noi e la Biblioteca c’è una forte sinergia – continua Valentina Martinelli – Ci ritroviamo in obiettivi comuni. Come quello di lavorare sul territorio per creare momenti di socialità e momenti di condivisione. La Biblioteca, infatti, non è solo un posto dove si legge e si prendono a prestito i libri; e “Albino in Transizione” ha in mente un’idea di paese dove le persone escono di casa volentieri per incontrarsi, in questo caso in Biblioteca. Lavorare insieme è piacevole, ci si conosce, si chiacchiera, si ride: e questo lavorare insieme a maglia o all’uncinetto si configura anche come un’iniziativa intergenerazionale. Inoltre, la creatività dei singoli è implementata dallo scambio di tecniche e d esperienze. Si recuperano e valorizzano antichi saperi; si recuperano lane di tutti i generi, ma anche altri materiali”.
Alcuni “quadrotti” (50 X 50) sono incredibilmente belli. Il loro assemblaggio, che verrà fatto a Bergamo dall’associazione “VivaVittoria”, prevede la presenza di persone con particolari doti artistiche, in grado di collegare lavorazioni di vario tipo con colori diversi, per realizzare coperte uniche che, dopo aver ricoperto interamente Piazza Vecchia durante l’evento del 23 e 24 novembre, verranno vendute per raccogliere i fondi a favore di “Aiuto Donna” di Bergamo.
“Ho un invito da lanciare – conclude Valentina Martinelli – Per chi non potesse fermarsi tutta la sera, ma volesse comunque partecipare all’iniziativa, che continuerà per tutto il mese di ottobre, può portare direttamente i “quadrotti” in Biblioteca, sempre al giovedì, dalle 20.30 alle 22”.

Ti.Pi.