Grande, grandissimo Davide Persico. La Val Seriana applaude il giovane ciclista di Cene, che ha iniziato la stagione 2017 della categoria allievi, mettendo già nel carniere due importanti vittorie, che dimostrano quanto sia alta la qualità ciclistica dell’alfiere della Polisportiva Val Seriana Albino, guidata da patron Mario Duccini. Un autentico rullo compressore, come già in passato aveva fatto vedere fra gli esordienti, tanto da meritarsi il titolo provinciale 2014 (era in forza alla SC Gazzanighese di Mauro Zinetti). Ma quel che più conta è che ora le vittorie hanno un valore aggiunto, in quanto il 16enne (ha festeggiato il compleanno lo scorso 1° aprile) ciclista seriano si sta confrontando con corridori “Made in Italy”, cioè provenienti da tutte le regioni d’Italia, quindi la “crema” del ciclismo nostrano. E il fatto di superare tutti questi contendenti la dice lunga sulla forza del ragazzo, che sta scalando le vette del ciclismo tricolore a suo di piazzamenti di prestigio. E così è stato il 26 marzo, a Monte San Sepolcro (Lucca), in occasione della 67^ edizione della “Coppa Giuseppe Cei”, una corsa che da anni rappresenta la gara clou d’apertura per la categoria allievi, e che vede sempre al via quasi tutti i migliori allievi italiani.
Davide Persico godeva i favori del pronostico, visto che nella passata stagione riuscì a conquistare ben nove vittorie. E, infatti, Davide Persico, quello che era uno dei favoriti della vigilia, ha rispettato il pronostico, vincendo con grande classe la gara lucchese, e precedendo nello sprint a tre i compagni di fuga Giosuè Crescioli (Empolese) e Antonio Tiberi (Olimpia Valdarnese), con i quali si era avvantaggiato sull’unico Gpm di giornata.
Forte di questo successo “tricolore”, Davide Persico si è presentato al via, lo scorso 2 aprile, a Seriate, per il 18° Memorial “Marcello Perico-Premio Ravanelli Fabio, per la regia del Gruppo Sportivo “Gieffe Fulgor Seriate”. Ebbene, il 16enne di Cene, da due stagioni portacolori della Polisportiva Val Seriana Albino ha messo d’accordo tutti, soprattutto quando ha deciso di pigiare sull’acceleratore sulla salita del Colle dei Pasta. Ha resistito il solo Alessandro Martinelli, del Team Giorgi. I due si sono lanciati in fuga e, sul traguardo, la classe di Davide Persico è uscita allo scoperto; con uno sprint imperioso, ha staccato Martinelli, andando a vincere a braccia alzate, da campione.
Grandi vittorie, grandi soddisfazioni, che prevedono tuttavia notevoli sacrifici e una buona dose di preparazione atletica; infatti, ogni settimana Davide Persico segue tabelle di allenamento molto rigide. Che, però, alla fine regalano ottimi risultati.
“E’ un grande corridore – spiega il patron della Polisportiva Val Seriana Albino, Mario Duccini – Non si conoscono ancora i suoi limiti; è come un cantiere aperto, ma si sa già che l’opera finale sarà ottima. Devo dare atto, però, che ha una squadra forte, duttile e ben preparata, che lo asseconda e lo sostiene, come è successo a Seriate. Non ci nascondiamo: per il 2017 due sono gli obiettivi: il titolo italiano allievi e il “Challenge Allievi”, che premia il miglior allievo del 2017, in base ai punti guadagnati in corse preselezionate”.

T.P.