Se due anni fa c’è stato il grande regalo della realizzazione della nuova struttura in legno lamellare, che svolge la funzione di copertura dell’area “Sport e Spettacoli” del Parco Alessandri, lo scorso 27 gennaio c’è stata la sua ufficiale inaugurazione, perché alla struttura è stato assegnato un nome: d’ora in poi, infatti, si chiamerà PALALPINI. A sottolineare la nuova denominazione ci sono le due targhe che sono state inserite ai lati della struttura: una riporta il nuovo logo PALALPINI, ideato dalle stesse penne nere albinesi con la collaborazione artistica dello studio di grafica Fantagrafia di Albino; l’altra voluta dall’amministrazione comunale, riportante lo stemma del Comune di Albino.
Presenti in gran livrea gli alpini di Albino, grandi promotori della struttura, capitanati dal capogruppo Gianluigi Moioli, che ha fatto gli onori di casa, accogliendo tutti coloro che hanno partecipato all’evento, nonostante il tempo non fosse clemente, complice una lieve nevicata. Certo, c’era il sindaco di Albino Fabio Terzi, che ha elogiato la bontà della struttura, invidiata da molti, sottolineando la paternità dell’opera, attribuita al gruppo alpini di Albino, che sono in cabina di regia nella gestione, anche se la struttura è aperta ad altre realtà associative del territorio.
Il PALALPINI, come molti hanno già avuto modo di vederlo all’opera in questo primo anno di apertura, è una struttura in legno lamellare, di circa 800 metri quadrati, che svolge la funzione di copertura dell’area “Sport e Spettacoli”. Inoltre, può essere adibito a campo da basket (un’area rettangolare di 30 metri X 19 metri).
Presentato nel 2017, quale biglietto da visita che andasse a qualificare le iniziative celebrative per il 90° anniversario di fondazione del gruppo alpini di Albino, il PALALPINI è costato 160.000: 80.000 euro coperti da un finanziamento comunale e altri 80.000 euro, coperti dando fondo alle casse del gruppo alpini e rintracciando risorse sul territorio albinese, fra donazioni di singoli privati, aziende e associazioni. Progettato dall’ing. Silvio Calvi, è stato realizzato dall’impresa “Imberti Legnami” di Fiorano al Serio.
Una struttura bella e funzionale, che va ad arricchire ulteriormente il Parco Alessandri, una delle aree verdi più gradevoli e apprezzate dalle famiglie albinesi, dove proprio il gruppo alpini di Albino ha la sua sede sociale, e dove, da anni, ogni giorno, ne cura la gestione e la manutenzione. Ora, come detto, ha in carico anche questa struttura coperta, vero fiore all’occhiello del parco.
E sarà proprio il PALALPINI la sede delle celebrazioni per il 90° anniversario di fondazione del gruppo alpini di Albino, in programma il 15 e 16 giugno. Una festa per le oltre 125 penne nere e i 50 soci simpatizzanti. A coordinare le varie iniziative che verranno messe in calendario ci sarà ancora una vota Gianluigi Moioli, che è stato confermato alla guida degli alpini albinesi, proprio il 27 gennaio scorso, durante l’assemblea per il rinnovo delle cariche sociali.

Ti.Pi.