L’estate sta…arrivando. Facendo il verso alla notissima canzone anni ’80 dei Righeira, prende il via il programma estivo di Casale, Domenica 3 luglio, infatti, il Gruppo Culturale “Amici di Casale”, da oltre vent’anni promotore di iniziative culturali, ricreative e turistiche, organizza la tradizionale (da quando alla fine degli anni ’90 è stato aperto il parco) “Giornata al Parco del Castagno”, un momento di festa e di incontro conviviale all’interno dell’”Area Protetta del Castagno”, giunta ormai alla sua 17^ edizione.

L’area oggetto della manifestazione si trova alle pendici del Monte Pranzà, in un bosco di quasi 300.000 mq, che i  volontari del Gruppo Culturale “Amici di Casale”, in collaborazione con il Comune di Albino, circa 15 anni fa hanno pulito, bonificato e recuperato in tutto il suo antico splendore, per diventare un’oasi protetta, dove far emergere il castagno, la pianta-simbolo di Casale e, in genere, di tutta la Valle del Lujo. Un bosco “tematico” che, se in autunno è lo spazio ideale per lezioni didattiche all’aperto da parte delle scolaresche che vi giungono numerose, e in inverno è la sede d’elezione per la sagra dei gustosi “biligòcc”, in estate invece è il palcoscenico per diverse iniziative ricreative, capaci di coinvolgere eco-escursionisti che si addentrano nelle pieghe del Monte Pranzà e del Monte Misma.

E, fra le tante iniziative in calendario, quella di domenica 3 luglio, che si caratterizza per il suo carattere comunitario, di occasione, la prima, di incontro e di festa per la gente di Casale e per gli affezionati villeggianti che ancora salgono nelle seconde case.

Il programma prevede, alle 9, il ritrovo presso il rinnovato Museo Etnografico della Valle del Lujo, posizionato nell’ex-sala giochi, sotto il bar parrocchiale. Da qui, alle 9.30, tutti insieme, ci si dirigerà verso la “Fontana”, si prenderà la strada che porta alla “Pozza di Misma” e, superate le ultime case della frazione, si salirà, sulla sinistra, verso il Parco del Castagno; qui, appena arrivati, è previsto un momento di ristoro. Poi, alle 11, la S.Messa nel “Parco del Castagno”. Alle 12, nell’area-ristoro, fra panche e tavoloni, il pranzo. Nel pomeriggio, sono previste osservazioni guidate delle caratteristiche floristiche e vegetazionali dell’area protetta, ed escursioni nelle aree boscate della zona.

In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà presso la tensostruttura del campo sportivo.

Giuseppe Carrara