Estate con canne ed esche in mano per i pesca-sportivi della società “Molinello” di Albino. E, a conferma dell’alto lignaggio del sodalizio albinese, guidato dal presidente Antonio Carrara, ecco la grande soddisfazione che distingue l’estate 2022. A luglio, sulle sponde del torrente Meschio, a Cordignano, in provincia di Treviso, la “Molinello” di Albino ha conquistato due piazze d’onore ai campionati italiani, categoria giovanile, di pesca alla Trota Torrente con esche naturali. Due medaglie d’argento, conquistate nelle categorie Under 23 e Under 18. Tra i più grandi, ad eccellere è stato Cristian Guizzetti che, dopo il secondo posto conquistato a maggio al Campionato Italiano Trota Torrente “Promozionale” (da segnalare anche l’ottimo quinto posto di squadra con Luca Benzoni, Cristian Guizzetti, Barnaba Greppi, Demis Sonzogni), ha centrato il secondo posto nella categoria giovanile, battuto da Luigi Salvetti, esponente della società Mallero Valmalenco. Nella categoria Under 18, invece, la medaglia d’argento è andata al collo di Luca Benzoni, battuto per 1,5 penalità dal neocampione Ruggero Rui, portacolori della società San Pietro di Feletto.

In bacheca, quindi, per la “Molinello” di Albino due medaglie d’argento, che valgono i titoli di vicecampione italiano 2022 Under 23 (Cristian Guizzetti) e Under 18 (Luca Benzoni). Sono loro il futuro della Trota Torrente per la “Molinello”.

Senza dimenticare, però, quello che è successo ad inizio estate, quando la “Molinello” è stata impegnata su due fronti: le finali del Campionato Italiano per società Trota Torrente e Coppa Italia per squadre Trota Torrente. Anche qui, grandi soddisfazioni, perché la “Molinello” ha vinto la Coppa Italia con i giovani Sebastian Airoldi Cristian Guizzetti, Fabio Noris e Demis Sonzogni (un po’ di amarezza per i quattro atleti della prima squadra Lionello Benaglia, Carlo Bergamelli, Manuel Cadei e Antonio Savoldelli, giù dal podio per sola mezza penalità alle finali del Campionato Italiano: un onorevole quarto posto, comunque).

La società pesca-sportiva “Molinello” ha una storia molto lunga, che parte nei primi anni ’80. La sede storica è ad Albino, in via Molinello, da cui il nome della società, ma adesso la cabina di regia operativa è stata rintracciata presso il negozio “GraMillo Caccia e Pesca”, a Nembro, di cui è titolare il presidente Antonio Carrara, ai vertici della società da ormai trent’anni. Il vicepresidente è Carlo Bergamelli e il segretario Ivan Cortinovis.