… e gli “eco-volontari” ripuliscono i sentieri…senza tanti clamori

“Alla fine della fiera”…così recitava un vecchio adagio popolare, sono sempre i volontari che devono sporcarsi le mani per sistemare e pulire dalle sozzure le aree verdi della Valle del Lujo. Certo, il riposo invernale è finito,…finalmente qualche auto della polizia locale…esce sul territorio, il sole primaverile rischiara il bosco e le bordure lungo le strade e…ecco le schifezze che si mostrano in tutta la loro “bellezza”, punteggiando il verde vallare. Bene, per le grandi pulizie scendono in strada ancora una volta i “soliti” volontari, gli “eco-volontari”, quelli che, nel tempo libero, passeggiando di qua e di là (basta una passeggiata per vedere i “ricordini” degli incivili…non solo automobilisti di passaggio), rassettano, puliscono, mettono in ordine quello che trovano in giro. Senza clamori particolari, campagne o giornate del verde, più o meno sponsorizzate o patrocinate…un colpo di telefono, una richiesta, una o due opzioni ed ecco che ci si incontra qui o là e si fa pulizia sui sentieri collinari, lungo le strade della Valle del Lujo. Anche perché la primavera è imminente e, di fatto, si apre la “stagione dell’escursionismo”, praticato nell’Oltreserio albinese, in particolare alle falde del Monte Misma, da migliaia di camminatori e gitanti della domenica.

Così, per tutte queste motivazioni, l’associazione ambientalista “Monte Misma”, affiliata alla Polisportiva Albinese, che opera nel settore della ricerca e della salvaguardia ambientale, ha predisposto fra marzo e aprile una serie di “uscite” sul territorio, mediante il classico passa parola, per andare a pulire quanto di sozzo e “abbandonato” si può rintracciare su alcuni sentieri, i più “battuti”, che si sviluppano lungo i contrafforti seriani del Monte Misma.

L’iniziativa, non nuova, perché si rinnova da alcuni anni, è denominata “Weekend dei sentieri puliti”: ha preso il via domenica scorsa 9 marzo e proseguirà, al sabato o alla domenica, a seconda del tempo libero dei volontari, fino a domenica 13 aprile, “Domenica delle Palme”, per cercare di presentare in modo dignitoso la valle agli “aficionados” dell’escursionismo, che ancora amano salire la Valle del Lujo, per camminate e passeggiate, o ai pochi (purtroppo) turisti che aprono le loro seconde case per le vacanze pasquali.

In questa iniziativa, l’associazione “Monte Misma” sarà aiutata da altri due gruppi affiliati alla Polisprtiva Albinese, l’associazione “Lujo in bici” e la società pesco-sportiva “Canne e Lenze” che, per altri motivi, hanno a cuore la pulizia della Valle del Lujo.

“Crediamo molto nella tutela e nella salvaguardia del territorio – spiega uno dei volontari, Roberto Gregis – Infatti, è da tempo che ci impegniamo, tutte le primavere, in questa operazione, lungo percorsi “battuti” da consistenti flussi di camminatori, come il “Sentiero della Beata Pierina Morisini” (Fiobbio), il “Sentiero della Valottella” (Abbazia), il “Sentiero del Castagno” (Casale), il “Sentiero di Altino” (Vall’Alta). Lo scopo del “weekend verde” è la pulizia di alcuni sentieri collinari, troppo spesso ricettacoli di rifiuti, abbandonati dagli stessi escursionisti, ma anche da bikers e ciclisti, ovviamente i più indisciplinati, e automobilisti di passaggio. Una precisazione: si sappia che, se qualcuno vedrà in giro dei “montoni” di rifiuti lungo le strade, questi andranno entro pochi giorni portati in discarica, sempre da noi volontari”.

 

A.B.