Giro di boa della stagione estiva per la sottosezione CAI di Albino, una delle realtà alpinistiche più numerose della Val Seriana, e della stessa Bergamasca, forte di alcune centinaia di soci. Non solo arrampicata, sci-alpinismo, sci alpino e sci nordico, discipline proprie del “circo bianco”, che vedranno la loro stagione d’oro fra qualche mese, in inverno, ma anche alpinismo ed escursionismo, due discipline “verdi”, che da anni stanno caratterizzando le “uscite” estive dello storico (è nato nel 1946) sodalizio albinese, guidato da Valentino Poli. Così, in linea con una proposta che si rinnova da diversi anni, parte con settembre un “pacchetto” di escursioni sulle più belle montagne delle Alpi e Prealpi, in grado di soddisfare tutti i gusti e tutte le età.
Quale primo “attacco”, il 16 settembre, c’è il Monte Castello di Gaino, in provincia di Brescia, a ridosso del Lago di Garda: una gita “combinata”, che unisce escursionismo e arrampicata. Si parte da Gaino. Quindi, il 30 settembre, tutti sul Tracciolino, nella “Civiltà delle Castagne”: siamo nella zona di Novate di Vezzola (SO), in Valtellina; la partenza è da Verceia. Terza uscita, il 7 ottobre, al Corno Tremoncelli, a cavallo fra la Val Camonica e la Valtellina. Siamo nella zona del Passo del Mortirolo. La partenza è dal bivio fra la Malga Salina Bassa e le cascine di Val Bighera.
Quarta escursione il 14 ottobre, sempre nella zona del Lago di Garda, al Rifugio allo Spino sul Monte Pizzoccolo. La partenza è da località Verghere di San Michele di Gardone (BS).
Per informazioni e iscrizioni alle escursioni, rivolgersi al CAI Albino, in Via S.Maria, 10, ad Albino; o telefonare allo 035.751624.

Gianni Oberti