L’attesa è stata lunga, ma ora finalmente la chiusura del ponte della pista ciclopedonale fra Cene e Gazzaniga è un capitolo in archivio. Da fine gennaio, infatti, si può nuovamente transitare sopra il fiume Serio, tra Cene e Gazzaniga, grazie ad un nuovo ponte ciclopedonale in acciaio, per la gioia di camminatori e ciclisti che, dopo tre anni e quattro mesi di chiusura della vecchia passerella in legno, ritrovano ripristinato e riportato al suo antico splendore uno dei collegamenti della ciclovia della Valle Seriana

Il ponte precedente, appunto in legno, era stato chiuso per ragioni di sicurezza nel settembre 2018. Successivamente, la Comunità Montana Valle Seriana, in collaborazione con i Comuni di Cene e Gazzaniga, aveva avviato l’iter procedurale e tecnico per la sostituzione. Un intervento importante, che ha visto in cabina di regia progettuale l’ing. Marco Rota Nodari, con un quadro economico rilevante, attestato sui 400.000 euro. Spesa, peraltro, coperta con contributi regionali (200.000 euro), contributi dei Comuni di Cene e Gazzaniga (100.000 euro) e fondi della Comunità Montana Valle Seriana (100.000 euro).

Nell’estate del 2021, sono iniziati i lavori in officina per la costruzione dei prefabbricati della nuova passerella in acciaio, che hanno impegnato la ditta Cosmet di Clusone su progetto, appunto, dell’ing. Marco Rota Nodari.

Nello scorso autunno, poi, precisamente dal 25 ottobre al 5 novembre, si è resa obbligatoria la chiusura del ponte stradale tra Cene e Gazzaniga, lungo la strada provinciale SP 40 bis, per consentire la posa della nuova passerella ciclopedonale sul Serio: due tronconi da 38 e 31 metri assemblati direttamente sul ponte lungo la strada e posizionati, mediante autogru, dopo la rimozione della vecchia passerella. Restavano da concludere le opere di completamento, come la manutenzione del selciato sul territorio di Cene, il ripristino del verde e la sostituzione delle staccionate in legno con nuove barriere in acciaio corten su circa 300 metri di ciclabile, nelle vicinanze del ponte. Le staccionate in legno preesistenti, infatti, erano in condizioni di forte degrado, per cui si è deciso di sostituirle per ragioni di sicurezza. Queste opere di completamento sono state realizzate utilizzando l’avanzo di gara, circa 50.000 euro.

Ebbene, ora la pista ciclopedonale sul fiume Serio fra Cene e Gazzaniga è stata finalmente riattivata.

Nel frattempo, sono all’orizzonte i lavori di ripristino anche degli altri ponti sul fiume Serio attualmente chiusi. Per esempio, il ponte tra Casnigo e Vertova, chiuso a fine novembre 2020, sarà quanto prima sostituito: i lavori inizieranno fra qualche settimana. E si stanno definendo le procedure esecutive dei lavori di sostituzione delle passerelle di Albino, chiuse a giugno 2021, e in zona Baia del Re.

L’obiettivo è di arrivare alla prossima estate con i ponti finiti e sistemati e con le barriere di protezione sulla pista ciclopedonale tutte sostituite. E’ solo una questione di burocrazia, anzi di lentocrazia.