Giochi di Liberetà: un’estate di coesione sociale

È in pieno svolgimento la sesta edizione dei Giochi di Liberetà – Coesione sociale della Valle Seriana, manifestazione promossa dal Sindacato pensionati della Cgil che si inserisce nella ventesima edizione regionale.

 

I Giochi sono iniziati il 3 aprile scorso al bocciodromo comunale di Albino con la gara di bocce riservata alle persone diversamente abili e agli ospiti delle case di riposo. Erano presenti i residenti delle Rsa di Albino e di Casnigo e i gruppi di disabili del Ge-di, della Fenice e del Centro diurno disabili di Nembro.

Al mattino, coadiuvati dai volontari, hanno gareggiato i residenti delle case di riposo; dopo il pranzo, offerto dallo Spi Cgil, è stata invece la volta dei diversamente abili, in coppia con i giocatori di bocce (questa categoria si chiama “1+1=3”), per un totale di un centinaio di persone coinvolte.

La gara di briscola si è svolta, come è tradizione, alla casa di riposo di Casnigo, e ha visto la partecipazione di 16 coppie tra residenti ed esterni.

La novità di quest’anno è stata la gara di burraco, tenuta al centro anziani di Leffe, dove 22 coppie di giocatori si sono sfidate in un appassionante torneo proseguito fino all’una di notte.

Due le gare di ballo: una al centro anziani di Leffe, con 12 coppie partecipanti, l’altra alla Rsa di Nembro, con 9 coppie.

Molto interessanti si sono rivelate le due mostre di disegni, riservate ai diversamente abili e agli ospiti delle case di riposo. Ad Albino l’esposizione si è svolta in biblioteca e si è inserita nella manifestazione Arte che passione, manifestazione che ha coinvolto decine di artisti per le strade del paese. La seconda si è tenuta invece al municipio di Casnigo e si è chiusa venerdì 9 maggio, con la consegna degli attestati di partecipazione agli oltre 40 artisti provenienti dai gruppi Ge-di, cooperativa San Martino, comunità Perani e dalle case di riposo di Casnigo e Cene, alla presenza del sindaco Giacomo Aiazzi, del presidente della casa di riposo di Casnigo Valter Imberti e del segretario dello Spi provinciale Marcello Gibellini.

I Giochi continueranno nel mese di luglio con un ricco programma.

Sabato 12 alle ore 15, nella palestra comunale di Colzate, tutti sono invitati la rappresentazione I zùen de la Ranga, proposta dall’associazione culturale Gli Zanni. Lo spettacolo è la ricostruzione di una giornata contadina bergamasca di fine Ottocento – inizio Novecento, attraverso canti, balli, testimonianze e drammatizzazioni. L’ingresso è libero.

Dal 21 al 24 luglio invece, l’appuntamento è al bocciodromo di Casnigo per il tradizionale torneo di bocce. Dal lunedì al mercoledì gareggeranno le categorie “Liberi” e “Lui e lei”; il giovedì sarà riservato agli ospiti delle case di riposo e alle persone diversamente abili.

Le gare di luglio si concluderanno il 28 alle ore 14 con la gara di scopa d’assi presso la casa di riposo di Nembro.

Per il 5 agosto, presso il Palazzetto dello sport di Castione della Presolana, è in calendario un importante appuntamento. È stata infatti organizzata la Giornata della coesione sociale. L’iniziativa si articolerà in due momenti. Al mattino, convegno su: Inclusione sociale, star bene insieme – Disabilità, esperienze sul territorio con l’intervento di esperti, volontari del settore dell’handicap, animatori di Rsa e amministratori locali. Al pomeriggio, grande festa con musica, giochi e balli con il complesso Gli Epoca.

Si riprenderà a settembre, giovedì 4, con la tradizionale gara di pesca al laghetto di pesca sportiva di Valgua di Albino. La gara è aperta a tutti, in particolare ai ragazzi diversamente abili.

I giochi si concluderanno a ottobre con due appuntamenti con la musica e il ballo, anch’essi aperti a tutti: il giorno 6 alle ore 14 alla casa di riposo di Casnigo e il giorno 17, sempre alle 14, alla casa di riposo di Albino.

Per informazioni, chiamare lo Spi Cgil di Gazzaniga (Fausto Orsi, tel. 035 751234) oppure il numero 333 3520663.