Prosegue a pieno ritmo la gara di solidarietà a favore delle aziende zootecniche marchigiane e abruzzesi danneggiate dal terremoto del Centro Italia. Una catena di solidarietà che ha visto impegnati anche i giovani allevatori della Valle del Lujo, nell’Oltreserio albinese, che hanno fatto recapitare a Visso, in provincia di Macerata, nel cuore del Parco dei Monti Sibillini, un camion con 36 rotoballe di fieno, per un peso di 100 quintali. Il mezzo, messo a disposizione dall’azienda Nicoli Trasporti di Albino, è stato caricato dagli stessi allevatori nel pomeriggio di sabato, sul piazzale dell’azienda; quindi è partito domenica mattina ed è giunto a destinazione, a Visso, lunedì in tarda mattinata.
L’idea del trasporto del fieno è venuta a Silvano Zappettini, titolare dell’azienda agricola e forestale “Fratelli Zappettini” di Abbazia di Albino, che già a dicembre aveva inviato al Comune di Visso, uno dei più colpiti dal sisma, un contributo in denaro, frutto della mancata consegna ai suoi dipendenti dei tradizionali cesti natalizi. Subito, hanno appoggiato l’idea altri allevatori, gli stessi che in estate organizzano la Fiera Agricola e Zootecnica, commercianti e negozianti: le aziende agricole di Callisto Gatti, Vittorio Martinelli, Valentina Belotti, Carlo Moioli (“di Mariagrazia Noris”), Alessandro Breda (“Ca’ del Stongia), Corrado Cugini (“Com.Best”), Simonetta Cugini (Agric Marchet Cugini): la “Macelleria Legrenzi” di Molinello, l’azienda “Legnami da ardere” di Marco Gotti, l’impresa fratelli Azzola, nonché Serafino Gotti, Giuseppe Locatelli e Roberto Capitanio.
“Conosco Visso grazie alle corse di cavalli – spiega Silvano Zappettini, promotore dell’iniziativa – Mio figlio Luca partecipa al Campionato Italiano e Europeo di Endurance, una disciplina sportiva equestre, riconosciuta dalla Federazione Italiana Sport Equestri (FISE); il veterinario della squadra è di Visso e conosce personalmente il suo sindaco. Quindi, quando abbiamo pensato ad un’iniziativa solidale in favore dei terremotati, subito ci è venuto in mente quel paese. Un semplice contatto e tutto si è organizzato in poche settimane”.
“Ci siamo attivati in tanti – afferma il coordinatore dell’invio Pierangelo Peracchi – Gli allevatori, poi, si sono informati sulla particolare situazione di difficoltà del settore zootecnico delle aree terremotate, in particolare della zona del maceratese, dove si fa fatica a garantire la fornitura di fieno, paglia e mangimi per gli animali in stalla. Detto, fatto. Abbiamo chiesto e ottenuto gratuitamente un camion articolato dall’azienda Nicoli Trasporti di Albino; lo hanno riempito di fieno e siamo partiti alla volta delle Marche. I 36 balloni di fieno hanno un valore di circa 1.600 euro”.
Contattato sull’iniziativa, così ha commentato il sindaco di Visso Giuliano Pazzaglini: “In poche ore le balle di fieno saranno distribuite equamente fra gli allevatori delle frazioni montane. Ne hanno tanto bisogno: molti fienili sono crollati e ormai inutilizzabili e altri non sono raggiungibili a causa degli stessi crolli. A coordinare la distribuzione ci pensa il mio vice-sindaco, insieme ai tecnici comunali. Ricordo che Visso ha l’80% delle abitanti evacuati, perché il 90% del patrimonio immobiliare è inagibile. Ma attenti, non abbiamo avuto nessun morto o ferito, perché le case, seppur lesionate, hanno retto. In precedenza erano state costruite a regola d’arte, in pietra, secondo modalità antisismiche”.

L.B.