Valorizzazione dei servizi e importanti interventi a sostegno della popolazione scolastica per l’amministrazione comunale di Albano S.Alessandro. Vuoi per le cifre investite, vuoi per la qualità delle opere e delle attrezzature destinate, che coprono tutte le tipologie delle scuole dell’obbligo. Del resto, Albano S.Alessandro è un importante centro scolastico, con una gamma variegata di offerta didattico-formativa, ed è anche un polo di riferimento per tanti giovani provenienti dai Comuni limitrofi. Ragion per cui, l’amministrazione comunale ha definito un piano di intervento molto articolato, attento alle varie problematiche della scuola, ma soprattutto corposo e caratterizzato da uno sforzo finanziario non indifferente. Un lavoro, peraltro, frutto di ampie sinergie con i responsabili scolastici.

Come detto, diversi interventi nel “settore scuola”, che si sono resi necessari sia per adeguare le strutture scolastiche all’aumento degli studenti sia per far fronte ad adempimenti normativi, garantendo la sicurezza degli spazi nei quali viene svolta l’attività didattica.

Investire risorse nella scuola significa investire nell’innovazione, nella sicurezza e nei servizi – sottolinea l’assessore all’Istruzione Claudia VanonciniPertanto, abbiamo provveduto a dotare la scuola di 16 notebook per attivare il registro elettronico, (€ 7.200,00) che diventerà attivo dal prossimo mese di settembre, con l’avvio del nuovo anno scolastico, e mediante il quale i genitori potranno seguire l’andamento degli alunni “in diretta”. Costo dell’intervento, 7.200 euro. Quindi, abbiamo predisposto la connettività internet presso le scuole primaria e secondaria di primo grado, e in segreteria, proprio in previsione dell’attivazione del registro elettronico. A seguire, abbiamo acquistato, per una spesa di 7.800 euro, 5 LIM (lavagne interattive multimediali): l’obiettivo è quello di dotare tutte le classi di una LIM, che permetterà una nuova modalità di apprendimento. Ma c’è di più. Abbiamo acquistato 8 defibrillatori, che sono stati sistemati in varie strutture comunali: le due palestre scolastiche, il centro sportivo, il Municipio, la Biblioteca. Spesa complessiva, 8.000 euro, necessaria non solo per gli apparecchi, ma anche per i relativi corsi, necessari per il loro utilizzo. Infine, rimane disponibile il contributo, che oscilla dai 90 ai 120 euro, per il trasporto destinato ai ragazzi delle scuole superiori, le cui famiglie rientrano nelle fasce I.S.E.E. stabilite”.

Nonostante anche quest’anno ci troviamo in un contesto economico non favorevole (tagli alla spesa pubblica) – prosegue l’assessore Vanoncini – l’impegno assunto dall’amministrazione comunale è andato oltre, realizzando diversi interventi di natura strutturale, che vanno a migliorare l’offerta didattico-formativa”.

 

Ti.Pi.