Chi a colpi di martello, chi usando punta e scalpello, chi ancora impugnando una rombante motosega. Ce n’è per tutti i tipi e tutti i gusti. Otto “scultori del legno” che, dal 22 al 26 giugno, lungo viale Locatelli, a Trescore, negli stand “on the road” e nei laboratori “en plein air” allestiti dalla Pro Loco di Trescore, in collaborazione con il Comune di Trescore e la Provincia di Bergamo, e con la supervisione del direttore artistico, lo scultore trescorese Emiliano Facchinetti, daranno prova delle loro capacità espressive, modellando e “figurando” ceppi di legno di tiglio, seguendo tecniche di lavorazione originali e personalizzate. Otto “artisti del legno”, alcuni di fama internazionale, provenienti dalla Lombardia, dal Trentino Alto Adige, dal Veneto e dalla Val d’Aosta, che andranno a scolpire il legno “dal vivo”, offrendo al pubblico di passaggio la loro fantasia, la loro creatività, la vena artistica del momento. Obiettivo, vincere la 19^ edizione di “Trucioli d’artista”, una mostra-concorso di scultura su legno, che tanto successo ha riportato negli anni scorsi sotto il titolo, dapprima di “Arte in strada” e, poi, per 19 anni appunto, come “Trucioli d’Artista”.

La mostra-concorso di scultura estemporanea su legno prenderà il via mercoledì 22 giugno, con l’allestimento dei laboratori in via Locatelli: qui, per tre giorni, da mercoledì 22 a venerdì 24 giugno, otto scultori inizieranno a lavorare sui ceppi di tiglio, abbozzando la forma che intendono dare al legno, seguendo però il tema di quest’anno, la “Festa dell’Uva”, che a settembre festeggerà la 60^ edizione.

Ecco, gli artisti invitati alla manifestazione: Nicola Cozzio, di Spiazzo, in Val Rendena (Trento); Silvano Ferretti, di Chatillon (Aosta), Mariella Martinelli, di Riva del Garda (Trento), Paolo Moro di Belluno, Angelo Giuseppe Bettoni, di Perioz (Aosta), Roberta Betis (Aosta), Ezio Morini (Milano) e, new-entry in un simposio di scultura su legno, l’artista emergente Bruno Manenti, di Treviglio (Bergamo). Il coordinatore della manifestazione, lo scultore locale Emiliano Facchinetti, parteciperà anche con la “Scuola di Intaglio e Scultura Valcavallina” di Trescore.

Tutto per tre giorni, dalle 14 alle 22, presentando anche altre opere di loro produzione. Intanto, la gente, a passeggio per il centro storico di Trescore, non mancherà di fermarsi ad osservare e, quasi certamente, ad ammirare gli artisti. Poi, il 25 e 26 giugno, ecco il gran finale. Il loro lavoro riceverà una più attenta osservazione, non solo perché gli artisti saranno presenti in via Locatelli dalle 9 alle 19, ma anche perché la mostra-concorso “Trucioli d’Artista” sarà inserita nel più ampio e diversificato “Festival del Legno”, giunto alla sua 2^ edizione, che vedrà in locandina diverse iniziative.

Innanzitutto, sabato 25 giugno, alle 21, una sfilata di moda e bellezza, con l’elezione di “Miss Festival del Legno”. Le “miss”, dai 16 ai 30 anni (anche alla prima esperienza), sfileranno su una passerella con tanto di tappeto rosso, partendo dall’entrata del Municipio, esibendosi in abito casual, abito elegante e costume da bagno. Tra tutte, una giuria eleggerà la più bella che, oltre che essere incoronata, riceverà un esclusivo scettro di legno scolpito, simbolo della manifestazione. Arte e bellezza in un’unica serata, dunque; come si può mancare ad un evento del genere.

Sabato 25 e domenica 26, poi, dal mattino alla sera, lungo via Locatelli si svolgerà la “Fiera del Legno”, con la presenza di una ventina di stand, con artigiani del legno, hobbisti, collezionisti, artisti di vario genere.

 

Tiziano Piazza