Il Bepi in concerto in Cavlera

L’appuntamento, che si ripete ormai da anni, si svolgerà domenica 23 giugno

Non c’è altro posto al mondo che intrecci maggiormente la sua storia con quella del Bepi: la Busa (Baita Mistri) di Cavlera (Vertova) ha, infatti, ospitato il rocker rovettese e la sua band più di qualunque altra location, organizzando dal 2004 ad oggi almeno un evento all’anno. Lì si esibì, infatti, uno sconosciutissimo e rusticissimo Bepi agli esordi, davanti a poche anime, lì tenne la data-zero (prova generale) del trionfale tour del 2005 che lo fece conoscere a tutti i bergamaschi, lì organizzò il 5° Bepiraduno nel 2009. A credere in lui e nelle sue canzoni dialettali sempre l’inossidabile coppia Leo-Valentina, gestori della Busa, che ogni anno s’inventano qualcosa di diverso che rende la giornata indimenticabile per tutti i bepifans che arrivano fino ai 1200 m di altitudine di Cavlera. Si comincia la mattina alle 9.00 quando una quarantina di camminatori (chiunque è invitato) si ritrova da 5 anni col Bepi a Vertova e, dal Bar Enea, la truppa sale a piedi per il sentiero 530 (segnato ben bene) fino alla meta. Non è una gara, ma cercare di arrivare prima degli altri è naturale ambizione, diciamo! C’è chi arriva in 45 minuti e chi in 2 ore e mezza. Tempo di un the ristoratore, un piatto di casoncelli e uno di arrosto e alle 16.00 Bepi & The Prismas danno il via alle danze, davanti a uno scenario naturale che non lascia indifferente nessuno. Il concerto, sempre senza risparmio, a volte sfida il sole, a volte la pioggia, ma sempre accompagna decine di persone fino a sera e alle 18.30 sono ancora decine quelli che chiedono se c’è posto per la cena. E finché ce n’è viva il re: piatto di pasta e via! Mal che vada…ci si rifarà l’anno successivo.