L’agenda della Corale conta sempre numerosi impegni, anche se alcuni sono già stati archiviati.

Il più impegnativo è stato sicuramente il concerto lirico in onore di Giuseppe Verdi nel 115° anniversario della morte del grande operista, tenuto a chiusura della festa del patrono S. Marco. La forza di un gruppo si misura di fronte agli imprevisti non certo voluti né cercati, come quello dell’improvvisa assenza del maestro direttore Riccardo Poli causata da forza maggiore, sostituito all’ultimo momento dal maestro Damiano Cerutti che con grande professionalità ha diretto il concerto, che ha potuto avere così un regolare svolgimento.

A conferma i calorosi applausi che hanno accompagnato tutta l’esibizione e, al termine, le richieste di bis risuonate a piena voce da parte del pubblico presente che supera sempre ogni più rosea previsione, tanto che la capiente sala dell’auditorium comunale era al completo e molti hanno dovuto assistere in piedi.

Anche per i maestri accompagnatori non sono mancati i consensi e gli applausi: Samuele Pala, primo pianista del teatro Donizetti di Bergamo e il violinista Paolo Artina apprezzato nei suoi assolo.

Tutto questo gratifica appieno i coristi e li ripaga dell’impegno che dedicano per presentarsi pronti a questo appuntamento tanto atteso dagli appassionati del bel canto.

Un’altra bella soddisfazione per il gruppo è stata quella di scoprire che sono pervenute molte richieste di replicare questo concerto. La corale ne ha preso atto e promette che si attiverà per trovare il modo e l’occasione.

Ma il gruppo non può fermarsi sugli “allori” perché l’aspetta un altro importantissimo appuntamento a Milano: il 19 giugno canterà nella basilica di Sant’Ambrogio animando con i propri canti la S. Messa solenne.

In questo modo la Corale onorerà la tradizione che, ormai da sedici anni, la vuole presente nelle più belle e grandi cattedrali delle più importanti città italiane.

Per l’occasione i partecipanti avranno anche l’opportunità di visitare la Scala, il prestigioso teatro d’opera, insieme al suo museo.