Il Natale ha portato in regalo la nuova piazza

Dopo soli tre mesi dall’inizio dei lavori, Gazzaniga ha finalmente la sua nuova piazza. Era infatti lunedì 22 settembre, quando la ruspa demolitrice incominciava il suo lavoro, preannunciando ai gazzanighesi un grande evento, atteso ormai da molti anni. E così, dopo mesi di trattative, revisione del progetto e definizione degli accordi economici, prese il via l’opera che di lì a poco avrebbe donato al paese un nuovissimo spazio pubblico, proprio nel centro del paese, dedicato esclusivamente ai pedoni e che funge oltretutto da sagrato alla Chiesa Parrocchiale.

 

Inizialmente, il progetto prevedeva l’abbattimento di soli due edifici, divenuti poi tre con l’ultima cessione da parte del proprietario; mentre è rimasto intatto il quarto edificio del gruppo, l’abitazione posta verso l’attuale piazza XXV Aprile. Originariamente era prevista la realizzazione di una sorta di porticato che avrebbe collegato le due abitazioni, sotto il quale sarebbe stato creato un passaggio pedonale; ma con la modifica del progetto, si è generato un grande spazio molto arioso, che va dalla chiesa fino ai portici di via Roncalli, formando un continuum con l’attuale piazza e di conseguenza con via Marconi: condizioni ideali per chi ama fare shopping, passeggiando per le vie del paese.

I lavori sono quindi proseguiti senza sosta, sotto il sole o con la pioggia, fino a venerdì 19 dicembre, quando, in anticipo rispetto alle previsioni, alle ore 17 del pomeriggio è stato aperto al pubblico il suolo della nuova piazza.

All’apertura era presente l’Amministrazione Comunale, guidata dal sindaco Guido Valoti, i tecnici comunali, le televisioni e i mass media locali, ma anche e soprattutto numerosi cittadini del paese. Un evento letteralmente “sotto i riflettori”, che ha contribuito a rendere ancora più festosa l’atmosfera natalizia e che per di più è stato molto apprezzato dalla comunità, la quale non ha esitato a fare un giro sul nuovo slargo appena realizzato (una vasta platea poligonale di 600 metri quadrati), osservando i cambiamenti che questo progetto ha apportato al centro del paese. Inoltre, nei giorni di festa non sono mancati momenti di convivialità e di aggregazione, grazie anche alla presenza degli Alpini che hanno offerto a tutti panettone, castagne e vin brulé. Ma perfino la gente proveniente dai paesi limitrofi, passando per Gazzaniga, non ha mancato di fare una tappa alla nuova piazza, per commentare positivamente questa nuova opera, che accresce ulteriormente il valore della cittadina.

Al centro dell’attenzione della struttura della piazza è sicuramente il pozzo scoperto in fase di lavori; un pozzo antico, formato da borlanti del Serio, utilizzato in passato per attingere ad un piccolo ruscello transitante nel sottosuolo. Una sorpresa inaspettata, che è andata ad incuriosire grandi e piccini che sono di passaggio. Unitamente al secolare tasso, sopravvissuto dal 1910, quando fu piantato dal proprietario di uno degli edifici abbattuti

L’aspetto architettonico della nuova piazza è molto sobrio, anche se attualmente non sono ancora stati disposti gli arredi urbani che completeranno il progetto e che dichiareranno quindi conclusa l’opera. Certamente, l’illuminazione che è stata scelta, quella a led, conferisce alla nuova piazza una certa suggestione, soprattutto in queste serate d’inverno.

L’inaugurazione ufficiale della piazza avverrà nelle prossime settimane.

 

Silvia Pezzera