Amplia i suoi orizzonti e individua nuovi scenari operativi la Virtus Oratorio Gazzaniga, la blasonata società di calcio, che rappresenta un’eccellenza sportiva in Val Seriana. Fra le azioni messe in campo nel 2018, quella più significativa, e per questo qualificante l’attività dello staff dirigenziale, è la valorizzazione del settore giovanile, con il chiaro obiettivo di potenziare questa risorsa, in un’ottica di continuità futura della stessa società. “La mia più grande soddisfazione – spiega il direttore tecnico Antonio Guardiani, 52 anni, ben conosciuto e stimato in Media Valle, anche per il suo impegno politico-amministrativo, quale capogruppo di maggioranza e presidente delle Commissioni Urbanistica e Bilancio a Fiorano al Serio – è quella di aver raggiunto quest’anno una preziosa collaborazione con un’importante, seria e affermata società di calcio, ormai affermata anche a livello nazionale: la Virtus Bergamo. Con loro, con l’obiettivo di dare un valore aggiunto all’attività di base, si è raggiunto un accordo, in virtù del quale i loro tecnici si uniscono al nostro staff, mettendo a disposizione tutta la loro professionalità e competenza, per offrire ai nostri futuri campioncini le migliori condizioni di crescita sportiva. In questo trovano vantaggio anche i nostri tecnici, spesso giovani e volenterosi, ma che hanno bisogno di accrescere il loro bagaglio di esperienza e competenza”.
“E’ nostra chiara volontà – continua Antonio Guardiani – vedere i nostri piccoli giocatori intraprendere un percorso che li porti un giorno fino alla Prima Squadra. Proprio per questo anche quest’anno abbiamo deciso di continuare l’eccellente attività di formazione dei tecnici della Scuola Calcio, anche nel segno della continuità del progetto “Attività motoria giovani calciatori”: persone volonterose che mettono a disposizione il loro tempo per assistere i più piccoli nel loro percorso di crescita ed introduzione all’attività di base. In merito alle squadre, pur con non poche difficoltà, siamo riusciti a presentare al via della stagione sportiva un numero importante di formazioni, coprendo in modo pressoché totale l’arco agonistico che va dalla Scuola Calcio alla Prima Squadra: due squadre di Pulcini a 7 (inserendo a rotazione, ogni settimana, elementi dalla Scuola Calcio, per aggregarli in vista della partita), due squadre di Esordienti a 7 e Giovanissimi a 7 C.S.I, una squadra di Allievi (presente sotto i colori del Casnigo), una squadra di Juniores a 11 e la Prima Squadra, che milita da sei ani nel campionato di Terza Categoria, composta tra l’altro da tanti ragazzi giovani”.
Sono passati gli anni in cui la gloriosa Virtus giocava nei campionati di Eccellenza e Promozione. Ora, si è in Terza Categoria, ma quello che più conta è la nuova dimensione assunta dalla società, molto attenta al settore giovanile, alla crescita tecnica e formativa dei giovani; una dimensione più familiare, ma per questo coinvolgente ed interessante, dove ruotano tantissimi volontari, impegnati nelle più svariate mansioni, dove il sostegno alla società è dato dai contributi delle quote che le famiglie versano all’atto dell’iscrizione dei loro figli, dove i principali “main sponsor” sono l’amministrazione comunale e la parrocchia, con corredo di altre generose sponsorizzazioni. Ciò nonostante gli sforzi per migliorare ci sono: per esempio, il rinnovo a tutto tondo del vestiario tecnico, con Joma scelto come marchio.
“Ciò che più conta – conclude Guardiani – è la soddisfazione dei nostri bambini e la loro sana crescita sportiva, piuttosto che inseguire falsi miraggi e facili ambizioni. Abbiamo un sogno: vedere un ambiente che cresce, che si allarga, che tiene sotto lo stesso tetto ragazzi, atleti, genitori, nonni, amici; vedere, attorno al gioco del calcio, un progetto di integrazione, un modo di stare insieme, con rispetto ed educazione. Un ambiente, quindi, fatto di persone che si parlano, si aiutano, si rispettano, si sostengono”.

Ti.Pi.