Ha dovuto affrontare i colpi inferti dal lockdown, connessi alla pandemia da Covid-19; ha tenuto testa ai vari decreti relativi all’emergenza sanitaria, dalle chiusure alle limitazioni delle visite dei familiari; ha sostenuto la gestione post-pandemia e la ripartenza dei servizi assistenziali, portando a termine in modo positivo un mandato triennale che nessuno avrebbe voluto gestire.

Così, il nuovo consiglio di amministrazione della Fondazione Honegger RSA, scelto dal sindaco Fabio Terzi per il prossimo triennio 2022-2025, non può che essere riconfermato, forte degli ampi consensi ricevuti da tutta la comunità albinese per il lavoro svolto. In verità, il nuovo CdA (il precedente mandato era scaduto il 27 giugno) ricalca per l’80% la compagine 2019-2022: cambia soltanto un consigliere, Flavia Belotti, che non ha dato la sua disponibilità per impegni familiari.

Confermato il presidente l’avv. Delia Camozzi, il vicepresidente Stefano Vismara, i consiglieri Davide Carrara e Ivo Lucchetti, mentre al posto di Flavia Belotti il sindaco ha scelto Maria Teresa Di Conza, che vanta una lunga esperienza nel settore sociale, in particolare nell’ambito della disabilità, della formazione di figure assistenziali e della cooperazione sociale.

Sono onorata di questa nomina – afferma la neo-consigliera Maria Teresa Di Conza, 68 anni, pensionata, residente a Fiobbio – Ho accettato con senso di responsabilità e spirito di servizio, per il bene della Fondazione, ma soprattutto degli ospiti e dei famigliari, consapevole dell’impegno che questo incarico comporta, ma forte della mia esperienza maturata in tanti anni in vari settori del sociale: dapprima, nella formazione di professioni sociali, come Operatori socio sanitari (Oss), in particolare per assistenza a soggetti disabili, e Ausiliari socio assistenziali (Asa); poi, nella cooperazione, in realtà territoriali come Generazioni. Mi sono sempre occupata di assistenza domiciliare e pertanto metterò a disposizione la mia esperienza per le attività della Fondazione”.

Come detto, quattro dei cinque membri del CdA precedente sono stati riconfermati.

Desidero, anche a nome degli altri membri del CdA, ringraziare il Sindaco Fabio Terzi per la rinnovata fiducia accordataci – sottolinea la presidente avv. Delia Camozzi – Gli ultimi due anni del mandato appena trascorso, come purtroppo è a tutti noto, sono stati molto difficili ed hanno segnato fortemente il settore in cui opera la nostra struttura, con ripercussioni che ancora adesso si fanno sentire, non solo sotto il profilo organizzativo ed economico, ma anche nello stato d’animo di chi li ha vissuti in prima linea. Voglio per questo esprimere la riconoscenza del CdA a tutto il personale che opera in RSA per l’impegno e la serietà con cui ha assolto i propri compiti e per lo spirito di iniziativa e la collaborazione profusa per cercare di alleviare i disagi causati ai residenti ed ai loro parenti dalle restrizioni connesse alla pandemia. Allo stesso modo il CdA ringrazia i parenti per la comprensione e la fiducia dimostrate, assicurando il nostro costante impegno per migliorare la qualità dei servizi e l’assistenza ai residenti, pronti ad accogliere ogni utile suggerimento. E un altro ringraziamento va ai volontari che, seppure in numero forzatamente ridotto, hanno risposto generosamente alla richiesta di supporto per l’organizzazione degli incontri con i familiari, e non solo”.

Il rinnovato CdA – continua il presidente Camozzi – è pronto per iniziare il nuovo mandato con spirito costruttivo e realizzare nuovi progetti per migliorare la qualità e la gamma dei servizi offerti alla comunità, confidando che si possano finalmente promuovere quelle iniziative volte a rendere la struttura più aperta alla cittadinanza, peraltro già programmate dopo la ristrutturazione del pian terreno e la sistemazione delle aree esterne in CH. In questo mandato saremo validamente supportati dal nuovo Direttore Amministrativo, il Dott. Dario Perico, forte di una lunga esperienza in analogo ruolo presso altra importante RSA. Il Dott. Perico è subentrato dallo scorso mese di luglio a Pietro Pezzoli, che è entrato in Fondazione nel 2013, operandovi con impegno, serietà e professionalità e facendosi apprezzare da colleghi e amministratori anche per le sue doti umane. Il CdA vuole esprimergli il proprio ringraziamento per la disponibilità mostrata anche in questi mesi difficili, ed un augurio per i suoi nuovi impegni e progetti”.

 

T.P.