Ai nastri di partenza la stagione 2018-2019 per le ragazze biancorosse dell’Edelweiss Fassi Gru Albino, che hanno fatto il loro vernissage il 20 agosto scorso, presso il Palazzetto dello Sport “Aldo Moro” di Albino, meglio conosciuto come PalaBattista; e che ora attendono il via del campionato, in programma il 29 settembre, a Marghera (Venezia). In questo mese di tempo, la preparazione, gli allenamenti, le amichevoli, la Coppa Lombardia, l’avvicinamento al via del campionato. Tempo anche per conoscere lo stato di salute della squadra, che merita un applauso a prescindere: non capita a tutti di installarsi per cinque anni consecutivi in un campionato così agguerrito come la A2 femminile (negli ultimi anni, ben due ottavi posti di fila e playoff), un grande risultato che merita attenzione e apprezzamento.
Quella che inizia, come detto, è la quinta stagione consecutiva di permanenza nel campionato di Serie A2 Femminile Nazionale: è giusto sottolinearlo, perché è una realtà prestigiosa, che dà lustro ad Albino e a tutta la Bergamasca. A guidare il team biancorosso ci sarà il coach Giuliano Stibiel, 35enne triestino, che sarà in cabina di regia con un roster veramente interessante, con alcune novità importanti e qualche giovane rispetto alle stagioni precedenti, ma non per questo meno privo di ambizioni. L’obiettivo primario è sempre quello: confermarsi ancora nella categoria, e proseguire nel lancio dei propri talenti in erba, provenienti dal gruppo giovanile. Tutto questo in uno scenario, quello del Girone Nord, dove si è attesi da una stagione che si presenta ancora più impegnativa dal punto di vista agonistico, con insidie non indifferenti, dove la squadra albinese dovrà affrontare team maturi e dal ricco blasone e team neopromossi, che vorranno mettersi in luce in un palcoscenico di lusso.

La tabella di marcia che stanno seguendo le “Fassi Girl” si sta rivelando molto impegnativa, con un piano di lavoro programmato da coach Stibiel, coadiuvato dal vice Marco Villa e dalla preparatrice atletica Rossella Schiavi. Obiettivo: amalgamare le giovani aggregate e i nuovi acquisti. Occhi puntati soprattutto su due new-entry: Federica Iannucci, lo scorso anno al San Giovanni Valdarno, una realizzatrice di livello, con una media di oltre 20 punti a partita; e Chantelle Pressley, classe 1990, ala grande, americana con passaporto inglese. E sulle “conferme” di lusso, come la brindisina ala-pivot Emanuela Valente e la playmaker Ilaria Bonvecchio, che offrono tasso tecnico, qualità ed esperienza alla squadra.
Si parte, dunque, per una stagione che non ha chiaramente squadre favorite: tutte hanno cambiato molto, anche le cosiddette “big”, come Alpo, Crema e Costamasnaga. In vista c’è un campionato equilibrato, dove su tutti i campi sarà battaglia. E certamente l’Edelweiss Fassi Gru Albino non si tirerà indietro.