Rientra nel solco della tradizione, arricchendo le sue valenze di devozione popolare, la festa patronale di S.Ippolito, a Gazzaniga. Lasciati agli archivi gli applausi e gli apprezzamenti dello scorso anno, quando tutta la comunità (compreso il vescovo di Bergamo mons. Francesco Beschi) ha salutato con gioia la consegna e l’inaugurazione dei lavori di restauro del campanile, uni dei simboli del paese, a cui gli abitanti tengono molto, la festa patronale ritrova quest’anno la sua più autentica matrice religiosa. L’appuntamento è in calendario il 13 agosto; in particolare, sarà anche la festa degli anniversari di ordinazione dei sacerdoti e delle professioni di fede delle suore nativi/e di Gazzaniga.
Il programma prevede due Messe mattutine, alle 8 e alle 10.30; quest’ultima si configura come Messa solenne e sarà presieduta da mons. Franco Cuter, vescovo di Grajaù, nello Stato brasiliano del Maranhao, 78 anni, dell’ordine dei Frati minori cappuccini, nativo di Gazzaniga, in occasione del 20° anniversario di Ordinazione Episcopale. Nel pomeriggio, dopo i Vespri, alle 17, si svolgerà la tradizionale processione, che trasporterà lungo le vie del paese le spoglie del martire, presenti in chiesa dal 1666. La processione sarà presieduta da don Luca Conti, ordinato sacerdote la scorsa primavera.
In contemporanea con le funzioni religiose, le vie del centro di Gazzaniga verranno animate dalla tradizionale fiera, un evento d’antan, che non perde mai la sua validità, complice il suo richiamo popolare, coinvolgente e divertente. Quindi, largo alle bancarelle, che proporranno oggetti di artigianato, giocattoli, ma anche e soprattutto dolci, per la gioia di grandi e piccoli. Ovviamente, si spera che Giove Pluvio non faccia le bizze e non lanci sulla Media Valle i suoi strali di freddo e pioggia.
Alle 21, poi, cambio di registro, con il tradizionale “Concerto di S.Ippolito”, presso il cortile delle scuole elementari: un recital lirico inserito nel cartellone della 34^ rassegna musicale “Estate in…”, promosso dalla banda cittadina di Gazzaniga e dall’Associazione Musicale “Suonintorno”, in collaborazione con il Comune di Gazzaniga. In programma, arie e cori tratti da Rigoletto, Barbiere di Siviglia, Nabucco e Elisir d’amore. Si esibiranno Anna Delfino (soprano), Giorgio Casciarri (tenore) e l’OperaFiati coro e orchestra, diretta dal maestro Savino Acquaviva.
Inoltre, durante la giornata, si terranno pesca e mercatino di beneficenza.
Da ricordare, prima della festa del Santo Patrono, la ricorrenza della “Trasfigurazione del Signore”, in calendario il 6 agosto, anch’essa molto seguita dalla comunità. Il programma prevede, alle 10, la S.Messa, presso la chiesetta del Val de Gru; a seguire, la processione.
E festa grande, a Gazzaniga, anche mercoledì 15 agosto, quando si festeggerà l’Assunzione della Beata Vergine Maria che, insieme a Sant’Ippolito, è la co-patrona del paese: le Messe sono alle 8, alle 8.45 (presso le suore), alle 10.30 (Messa solenne), alle 18. Anche a Ferragosto, durante tutta la giornata, pesca e mercatino di beneficenza.
Il giorno seguente, giovedì 16 agosto, verrà festeggiato “San Rocco”, il santo delle piaghe, presso la graziosa chiesa di campagna, posta nell’omonima località, dove verranno celebrate le S.Messe alle 8 e alle 10; nel pomeriggio, alle 16, dopo i Vespri, si svolgerà la processione con la statua del Santo.

P.S.