Per Dossello è tempo di festa patronale. Rispettando un clichè ormai consolidato che la vuole ogni anno fra le protagoniste del calendario delle manifestazioni religiose, mercoledì 1° maggio Dossello proporrà la festa patronale di San Giuseppe artigiano, senza dubbio l’appuntamento più importante della piccola comunità parrocchiale, vuoi per la grande solennità nella fede che sa emanare, vuoi per l’attenta e sentita partecipazione popolare. Non per nulla gli abitanti di Dossello la chiamano “la festa granda”, per le tante persone che richiama tutti gli anni, proveniente non solo dalla Valle del Lujo o da Albino, ma anche dai centri vicini della Val Seriana e dalla Bergamasca: sono tanti, infatti, gli “emigranti” dossellesi, che ritornano alle proprie case, per un periodo di vacanza, proprio a San Giuseppe, che la tradizione festeggia il 1° maggio.
La festa patronale inizia alle 9.30 con le Confessioni. A seguire, alle 10, la S.Messa solenne, celebrata dal parroco don Adelio Quadri. Al termine della funzione religiosa, un rito ancora molto gradito dai dossellesi: la tradizionale cerimonia di benedizione degli autoveicoli: non solo autovetture, ma anche camion, trattori e automezzi agricoli. Nel pomeriggio, alle 16.30, la recita del Rosario, e alle 17, la S.Messa solenne, alla presenza di tutti i sacerdoti delle parrocchie della Valle del Lujo e del Vicariato Albino-Nembro. A seguire, i contradaioli daranno vita alla solenne processione per le vie della frazione, con la statua del santo portata a spalla dai volontari.