La scuola secondaria si interroga

E’ tempo di iscrizioni: cartaceo, on-line? Tempo ordinario o tempo normale? Alcuni docenti si sono fermati a riflettere su questa domanda:

PERCHÉ UNA FAMIGLIA/UN RAGAZZO DOVREBBE SCEGLIERE IL TEMPO PROLUNGATO?

1. Perché più ore di lezione (34 invece di 30) permettono un ritmo di lavoro più disteso e consentono ai ragazzi di apprendere meglio, sperimentando ed affinando un proprio metodo di studio sotto la guida dei docenti (in particolare ai docenti di lettere viene assegnata un’ora settimanale in più.

2. Il lavoro svolto con maggiore cura e in tempi distesi (da rivalutare in una società dai ritmi concitati) può permettere anche, in alcune discipline, di diminuire la quantità di compiti assegnati per casa.

3. Due ore settimanali sono dedicate a laboratori di diverso tipo, organizzati dai docenti delle discipline in modo da rivalutare l’esperienza diretta per giungere alle conoscenze e/o alle abilità richieste. Si veda ad esempio l’importanza del laboratorio scientifico o di quello di botanica (orto-giardino) per comprendere la natura della conoscenza. Tutti i laboratori hanno, con tutta evidenza, anche una valenza socializzante e permettono di sperimentare opportunità aggregative attraverso lo sport, l’arte, il teatro, la cucina…, rinforzando così l’autostima individuale e l’espressività personale.

4. Il tempo prolungato permette inoltre di approfondire ed ampliare il proprio percorso formativo attraverso attività di eccellenza e di recupero dove necessario. Si veda ad esempio la possibilità di accedere ai corsi ECDL per ottenere la patente europea in campo informatico, ai corsi per il KET (certificazione europea del livello di conoscenza della lingua inglese) e all’avviamento al latino. Il recupero settimanale permette inoltre di rivedere aspetti delle discipline di italiano e matematica che non sono stati ben compresi durante le lezioni, anche partendo, in alcune situazioni, dall’esecuzione di compiti assegnati per casa.

5. Il tempo prolungato offre l’opportunità di frequentare l’attività di informatica in compresenza con tecnologia (1 settimanale).

Ricordiamo inoltre che nell’organizzazione proposta dal Tempo Prolungato:

• Gli insegnanti, attraverso attività in compresenza, possono essere più vicini ai bisogni formativi del singolo alunno.

• Viene favorito lo scambio tra gli alunni della stessa classe e di classi diverse attraverso laboratori a classi aperte.

• Viene favorito e attuato lo scambio e il confronto diretto fra i docenti della scuola in merito alla programmazione delle attività di apprendimento e ai comportamenti degli alunni, superando il concetto di classe.

• Il nostro Istituto ritiene maggiormente efficace e rispondente ai bisogni formativi dei ragazzi di oggi l’offerta del tempo prolungato e auspica che anche le famiglie la possano condividere e confermare con le iscrizioni.

Buona scelta!

I Docenti della scuola secondaria